Halldis rafforza il rapporto con le adv

Halldis porta il mercato degli affitti temporanei per chi viaggia per lavoro o per turismo a NF Travel&Technology Event. Un business che rappresenta un'opportunità interessante per le adv. Per quanto riguarda il canale agenziale nel database della socità sono presenti 6000 intermediari,tra cui 200 agenzie di viaggi con le quali abbiamo siglato una partnership che garantisce loro l’accesso alla nostra piattaforma b2b, dove possono trovare il portafoglio di Halldis online con prezzi e disponibilità real time e da cui possono inviare ai propri clienti proposte personalizzate white label e con eventuale mark up”, dichiara a Guida Viaggi l'a.d. Vincenzo Cella. Sul fronte dei network, Halldis ha già stretto un accordo con Marsupio Group, ma a quanto si apprende c'è un altro accordo nell'aria, che è “ancora da concludere, ma è presto per ufficializzarlo”, dichiara il manager.

Intanto, il piano di azione della società punta su ampliamento del portafoglio e attenzione al servizio offerto ai clienti. L’operatore italiano con sede a Milano ha ottenuto importanti risultati nel 2016 “in termini di acquisizioni di nuove località e nuovi palazzi da gestire”, sottolinea Cella. A gennaio è stato lanciato Palazzo Mazzoni a Venezia, “con 21 appartamenti appositamente ristrutturati e arredati, in un complesso ricavato dalla ex centrale termica della stazione Santa Lucia. In questo anno ci siamo concentrati sulle location turistiche e abbiamo ampliato il portafoglio a Gressoney, sul Lago di Iseo, a Marina di Ragusa e Marina di Ravenna”. L’intenzione è di continuare su questa strada.

Il 2016 ha visto anche il lancio del progetto Guest Experience, con una squadra “composta da dieci risorse esperte che segue i clienti durante tutto il soggiorno”. L’obiettivo è “anticipare i bisogni e personalizzare l’esperienza degli ospiti degli appartamenti, aiutandoli nell’organizzazione di tour, visite, nella scelta di ristoranti affinchè il loro soggiorno si trasformi in un’esperienza unica. L’ospite diventa così centro del nostro interesse e portatore della sua storia, che Halldis racconterà attraverso le tecniche dello storytelling”. Il progetto è partito in aprile e ad oggi ha seguito 3500 clienti, in quattro lingue. s.v.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti