Laboratorio social Enit-Regioni

“Enit deve servire, essere ambiziosa e crescere”. Una dichiarazione di intenti, quella di Roberta Milano, che a NF16 ha tradotto in linee guida. E’ stato Bergamo, infatti, a tenere a battesimo la prima riunione del laboratorio digitale di Enit: l’incontro, cioè, del direttore innovazione e marketing digitale dell’ente con i social media manager delle Regioni per mettere a punto una strategia condivisa. Il prossimo appuntamento “fisico” è stato già fissato a Matera, il 20 ottobre.
L’obiettivo è innanzitutto la sistematicità: “Prima non c’era una strategia digitale vera e propria – spiega Milano -, ma una presenza non ben organizzata; soprattutto non era mai stato sviluppato un rapporto con i principali interlocutori di Enit, le Regioni”. Sulla base del motto che è stato anche il sottotitolo dell’incontro, “Better together”, in una logica di condivisione delle informazioni e di interconnessione ente-territori-sedi estere, il primo passo è la creazione di un canale di comunicazione interno: si sceglierà insieme “quale piattaforma utilizzare”. Digitale chiaramente. Secondo passo, in termini di definizione dei contenuti, un flusso di comunicazione costante bi-direzionale: “Saranno le Regioni a indicare le priorità per temi, news, eventi in questa piattaforma ed Enit stessa a suggerire spunti che possano essere di loro interesse”, per arrivare a breve a un piano editoriale condiviso per Italia.it su Facebook e Twitter.
Il modello di fondo è quello utilizzato nella campagna digital sulle Olimpiadi e in quella #FoliageinItaly, lanciata di recente per narrare il territorio italiano attraverso le immagini su Twitter, Facebook e Instagram. Altro punto “l’amplificazione sui mercati stranieri che stiamo sviluppando, anche nella loro comunicazione social e in connessione con le sedi estere, dunque con la traduzione in lingua”. Intanto sul sito web Italia.it, le pagine regionali sono state connesse ai rispettivi account Facebook e Twitter: sulla destra si visualizzano i feed dei social di ciascuna. Non è tutto: “Enit vuole essere aperta fisicamente, rendendo disponibile una delle sale a Roma per eventuali presentazioni delle Regioni”.
L’unità Digitale e Innovazione di Enit conta al momento su un team di due persone: insieme a Milano, lavora Marco Lattanzi. Una squadra destinata ad ampliarsi “per il livello che vogliamo avere”, ha sottolineato la manager.     

Tags: , ,

Potrebbe interessarti