Marsupio in Fto

Ci sono novità sul fronte associativo e distributivo correlate al tema fondo di garanzia, sempre al centro dell’attenzione del settore. Un primo indizio era stato lanciato durante la recente edizione di NF16, ora la dichiarazione ufficiale. Marsupio Group rientra in Ainet, o forse sarebbe più corretto dire entra in Fto, visto che nella giornata di oggi ci saranno delle novità in tal senso, a quanto ci pare di capire.

Ad aver portato il network a compiere questa scelta è stato il fondo di garanzia (Fondo Vacanze Felici) di Fto. Una soluzione, che per come è stata concepita, ha convinto il network per diversi motivi, a partire dalla convenienza economica. "Questo è un fondo a riempimento e che dopo due o tre anni ti dà la possibilità di abbassare le quote – afferma a Guida Viaggi Massimo Caravita, vicepresidente Marsupio Group -. Ha una base per non rischiare di rimanere al di fuori di situazioni che si possono verificare. Il progetto è serio, parte con una disponibilità di liquidità versata che porta a poter ridurre le quote nel tempo (gli altri fondi sono garantiti, o da banche o da immobili, alias devono raccogliere liquidi, ndr), con una prospettiva interessante per le adv e la possibilità di avere costi inferiori a quelli attuali”.

Siccome Marsupio ha un’idea ben precisa sul fondo di garanzia, come più volte ribadito, ossia che non esiste una soluzione unica per tutte le adv, il network ha convenzionato anche un'assicurazione con I4T per il prodotto BookingSicuro, di Cbl, compagnia irlandese esperta in ri-assicurazioni e rischi finanziari. “La soluzione assicurativa di I4T è buona ed ha costi accessibili”, inoltre non è vincolante per le adv in termini temporali, lasciando una certa libertà in vista del 30 giugno 2018 quando dovrà essere recepita la nuova normativa europea sul pacchetto turistico.

Come si sa Marsupio Group era uscito da Ainet “per visioni politiche differenti – commenta il manager a Guida Viaggi -, adesso c’è un progetto più ampio, con servizi concreti per le adv”, afferma.

Il Fondo Vacanze Felici ad oggi ha circa 1.000 ragioni sociali tra t.o, network ed adv. Tra capitale sociale sottoscritto e versato e raccolta quote 2016 il patrimonio procede verso i 2 milioni di euro. Il fondo è nato con una capienza iniziale di 500.000 euro grazie agli apporti dei tre soci fondatori (Luca Patanè presidente del fondo, Franco Gattinoni vicepresidente, Simone Frigerio, socio di minoranza ndr). L’obiettivo è di raggiungere e superare i 2.500 soci entro la fine del 2016. s.v.

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti