Hispanico si ispira al reality

Si chiama Hispanico, un nome facilmente riconoscibile all’estero dal film Il Gladiatore. “Il nostro è un target leisure, e questo nome ci definisce con facilità presso il nostro pubblico”. Esordisce così Pierluigi Cioni, presidente di Hispanico, per raccontarci la società di gestione di strutture ricettive di diverse tipologie che ha appena creato. Cioni è un manager che ha sempre anticipato le tendenze in ambito turistico, fin dagli anni Novanta quando era leader di mercato con Modern Viaggi, tour operator leader di mercato, allora,  per i week end nelle capitali europee. Con l’evolversi di internet ha ribaltato la sua attività acquisendo Borgo Colleoli, una splendida residenza del 1400 in cui concentrarsi su eventi e incoming.  “Mi sento un combattente del turismo, quindi il nome Hispanico per la catena mi sembra appropriato”. “Oggi abbiamo otto strutture ricettive in gestione, associate all’insegna del concept di turismo esperienziale in Toscana”, ci racconta. Tre sono gli hotel a Pisa, un villaggio turistico sulla costa per il turismo balneare, un resort, il Castello di San Ruffino, e un'altra villa, la Saulina, in località Lastra, a Signa, quattro stelle da 52 camere.

Le tecniche
“La gestione delle diverse strutture si ispira a una tecnologia ultradinamica con particolare attenzione al revenue management e al pricing”.  “Il nostro fatturato – prosegue Cioni – deriva per il 70% dal booking diretto, solo in parte le prenotazioni arrivano tramite Ota e agenzie”. La catena ha accordi con grandi nomi del tour operating internazionale come Tui o Thomas Cook “che ci derivano da un rapporto consolidato negli anni”. “La nostra caratteristica è che siamo piccoli ma veloci, e prevediamo di arrivare a 20 strutture entro il 2020, mantenendo la disintermediazione per ottenere tariffe competitive e concentrandoci su target specifici”. 
Ampio il segmento del cicloturismo, tanto che Cioni ha ospitato la  serie: in Bici con Filippa Lagerbäck, in onda su Bike Channel, il 214 di Sky.  “I clienti stessi che partecipano ai bike tour diventano protagonisti del programma televisivo che ha per tour leader l’attrice, e poi lo condividono su social e web”.  “Adesso stiamo girando un reality all’interno di Borgo Colleoli per la tv olandese, e gli stessi avventori e le persone che vi lavorano come i cuochi, e i personaggi del borgo, ne sono protagonisti”. Torna utile in queste nuove forme di promozione la radicata formazione del personale fidelizzato all’azienda, e la gestione del cliente. “Dal booking all’esordio, all’instant review nel momento dell’accoglienza, fino al concierge digitale che accompagna nel soggiorno,  l’interazione è totale, non a caso Tripadvisor ci premia con punteggi veramente d’eccezione”.        

Tags: ,

Potrebbe interessarti