Volonline acquisisce MisterHoliday

Volonline acquisisce MisterHoliday: l’operazione finalizzata il 12 ottobre, prevede l’ingresso del t.o. nel capitale sociale del network al 65%. Il 5% delle quote è stato rilevato da Stefano Romani, titolare della società Td Consulenze e attuale collaboratore di Volonline, mentre il restante 30% continuerà ad essere detenuto dai fondatori di MisterHoliday, Fabio Bignotti e Laura Sandrini, con un 15% paritetico di quote. L’operazione, che ha mosso i primi passi a luglio, risponde alla necessità di Volonline “di coprire quelle regioni dove non eravamo presenti trovando una realtà con dna simile al nostro” per provare “ad avviare una nuova progettualità insieme nella filiera turistica”, spiega l'amministratore delegato Volonline Luigi Deli. Una mossa che consente al t.o. di ampliare la propria presenza territoriale, a oggi fondata su un lavoro con 250 codici distribuiti tra Triveneto, Lombardia e Lazio, completandola grazie a quella del network (che conta 65 adv agenzie di proprietà e 5 in franchising, ndr) soprattutto in Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna. Si tratta di “un’integrazione tra due realtà che hanno un comune sentire e una comune visione di business, nulla nella governance di MisterHolday cambierà”, ha sottolineato il manager e non rappresenta semplicemente “una acquisizione di fatturato o il trovare un canale di sbocco, ma condividere una simile visione della filiera”, con agenzie “giovani, dinamiche, che spacchettizzano, che ricercano la redditività”. Obiettivo, dunque, “avere una filiera di proprietà con un’operazione finalizzata a creare valore”.
L’accordo consentirà alle agenzie MisterHoliday di accedere alle 3 macro categorie di prodotto Volonline: soluzioni di viaggio personalizzate e tailor made, pacchettizzazioni in alta stagione a prezzi bloccati in modalità “white/private label”, ovvero con il marchio del network, e il self booking tool Volonclick, per supportare le attività di organizzazione diretta garantendo proposte ad elevata marginalità.
Un’operazione dal valore “economicamente significativo”, afferma Deli, considerato che Volonline è “un’azienda che vende 40 mln di euro e che l’anno scorso ne vendeva 28”.
Possibili ulteriori sviluppi in futuro: “Non è detto che questa operazione sia l’unica, potrebbero essercene altre”, come anticipa Deli qui:

“Da tempo cercavamo un’integrazione che ci completasse – ha affermato Sandrini – e Volonline era l’azienda giusta per le nostre agenzie”. E cosa ne è stato del progetto Blunet? “Quel che è successo era inevitabile, l’integrazione con Volonline era più consona al nostro dna ed era scontato uscire da un contratto di affiliazione e di accordi commerciali”, risponde Sandrini.
Il progetto, presentato ieri a un primo gruppo di agenzie, è stato ben accolto, sottolinea. “Siamo ben radicati in tutta Italia – evidenzia -, in termini di regioni ci mancano Umbria, Abruzzo, Valle d’Aosta e Basilicata”. La media di fatturato annuo delle adv è 300mila euro, le storiche fanno almeno il doppio, con il Sud, Campania e Puglia in particolare, che ha dato soddisfazioni in questi anni. n.s.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti