Gli Stati Uniti crescono nelle rotte di Aer Lingus

Si prepara un’estate di sviluppo di capacità per Aer Lingus, non solo da Dublino. “La Summer 2017 vede il 7% di incremento sui servizi italiani, che dunque avranno 36mila posti in più – spiega a Guidaviaggi.it, John Keogh, head of group Travel & charter flight sales  -. Questo risultato lo dobbiamo all’aggiunta di frequenze e a un utilizzo più intenso dell’A321s”. Il manager ci anticipa che la Roma-Dublino viene portata a due voli nella giornata di sabato, mentre il Malpensa-Dublino riceve l’upgrade a giornaliero durante la stagione di picco. Anche il collegamento da Verona viene esteso come stagionalità.

Al via Miami da settembre

La novità è il lancio del Miami da Dublino dal 1° settembre. “In termini di pricing saremo in grado di offrire un itinerario da Roma fino in Florida per 329 dollari, mentre dagli scali milanesi a 349 dollari, incluse tasse e supplementi in tutti i casi”. La nuova tratta verso Miami arricchisce l’offerta transatlantica già molto nutrita. Sono sei le destinazioni servite negli Usa, più Toronto da Dublino, cui si aggiungono quelle da Shannon verso Boston e New York così come le nuove rotte verso Los Angeles, Newark e Hartford attive già da quest’anno. La compagnia di proprietà di Iag aumenterà le frequenze esistenti con un volo giornaliero supplementare verso Los Angeles per la stagione estiva 2017, un totale di 4 voli settimanali per la tratta Dublino-Orlando e due voli giornalieri per la tratta verso Chicago.

Dublino gateway transatlantico

L’aeroporto di Dublino sta ritagliandosi un ruolo più delineato di gateway transatlantico europeo. Le facilitazioni doganali presenti hanno contribuito a migliorare la costante crescita dell’operatività di Aer Lingus e la connettività verso il Nord America è cresciuta velocemente negli ultimi sei anni, tanto da migliorare il posizionamento dell’aeroporto – dall’11ma posizione (2010) alla 5a posizione (2016) – nella classifica dedicata a quelli europei transatlantici più trafficati.

Siete in colloqui per una joint venture con American Airlines e collaborare con Ryanair?

“Continuiamo ad avere colloqui con Ryanair per esaminare il potenziale delle connessioni a Dublino, ma non abbiamo ancora raggiunto una conclusione”.

Può comunicarci dati di andamento del mercato italiano?

“Non possiamo esprimere risultati specifici per il mercato, ma confermiamo che c’è stata una crescita dell’8,8% dei passeggeri per tutto il nostro network”. p.ba.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti