La Sardegna vara il piano triennale per il turismo

E’ stata approvata dalla giunta regionale la delibera con la quale prende il via il piano di azioni per sviluppare il turismo in Sardegna nel triennio 2017-2019. Dal mese in corso entrerà nel vivo il bando di destagionalizzazione, sarà consolidato il sistema di governance regionale con il ruolo chiave assegnato a porti e aeroporti, sarà integrato il calendario triennale di eventi che animerà l’isola tutto l’anno e sarà anticipato il bando della legge 7/55. Programmati gli incentivi dell’asse del Por ‘Innovazione e competitività’, partirà il tour promozionale nelle fiere europee di settore, saranno attivi il piano di comunicazione ‘tradizionale’ e la strategia digitale. Previsto il lancio del nuovo portale tematico, del network hyperlocal per la creazione dei contenuti emozionali, connessione della rete degli info point, sistema di monitoraggio di arrivi e presenze in tempo reale.

Saranno inoltre ulteriormente strutturati alcuni prodotti tematici, garantita la formazione professionale per addetti del settore e intensificata la ‘trasversalità’ con artigianato e commercio, per i quali sono previste consolidamento di attività già avviate e nuove azioni di rilancio. Il 2017 sarà per la Sardegna l’anno della grande partenza del Giro d’Italia 100 e del cicloturismo, della fiction con Gianni Morandi e del cineturismo, del rally mondiale, del turismo nei borghi.

I dati del 2016, per il terzo anno consecutivo, confortano la strategia, segnando un andamento molto positivo sia per quanto riguarda gli arrivi sia per le presenze. La crescita media dei flussi è del 10% rispetto all’anno passato (e di circa 30% in tre anni rispetto al 2013). Aumenta anche la permanenza media dei visitatori. “Nel 2017 – spiega l’assessore Francesco Morandi – il prodotto Sardegna beneficerà dei risultati dei progetti del triennio 2014-16, una nuova idea di Sardegna, unica, contemporanea e legata a valori ambientali e tradizionali, che la posizionano come destinazione da riscoprire per una vacanza o per un’esperienza di vita”. l.d.

Tags:

Potrebbe interessarti