Aeroporto Olbia Costa Smeralda: nel 2016 +14% di passeggeri

L’Aeroporto Olbia Costa Smeralda conclude l’anno 2016 con un record storico di 2.541.541 passeggeri totali (aviazione commerciale e generale), in crescita del 14% (+307.759) rispetto all’anno precedente.
Per quanto riguarda i movimenti complessivi, il 2016 ha fatto registrare un numero di decolli e atterraggi pari a 31.929 (+13% rispetto al 2015).

La crescita è stata determinata principalmente dallo sviluppo del segmento di traffico internazionale, che raggiunto il record storico di 1.172.460 passeggeri, con un incremento del +21% (+205.745 unità) sul 2015. A conferma della vocazione fortemente turistica e internazionale dell’aeroporto gallurese, è utile sottolineare come oltre il 43% degli stranieri che arrivano in Sardegna per via aerea transiti per il Costa Smeralda.
Positivo anche il dato relativo al traffico domestico che raggiunge quota 1.346.478 passeggeri, in dell’8% (oltre 100.000 unità) rispetto al 2015.

A conferma della vocazione fortemente turistica e internazionale dell’aeroporto gallurese, è utile sottolineare come oltre il 43% degli stranieri che arrivano in Sardegna per via aerea transiti per il Costa Smeralda. Positivo anche il dato relativo al traffico domestico che raggiunge quota 1.346.478 passeggeri, in dell’8% (oltre 100.000 unità) rispetto al 2015.

L’importante risultato è principalmente ascrivibile alla strategia di diversificazione dell’offerta perseguita da Geasar e alle azioni di marketing territoriale e di valorizzazione dei prodotti turistici del territorio, sviluppate in coordinamento con gli operatori di settore e con le istituzioni. Tali politiche hanno favorito l’apertura di nuovi collegamenti internazionali e l’incremento dell’offerta nel periodo di spalla, dove si registra un importante crescita del traffico passeggeri nei mesi di aprile +10% (+10.115) ed ottobre +17% (+23.330).
Nel 2016 il network del Costa Smeralda si è arricchito di 14 nuove destinazioni, di cui sei domestiche e otto internazionali, per un totale di 71 rotte operate da oltre 40 compagnie aeree in 17 Paesi.

I mercati esteri
Il mercato tedesco, primo mercato internazionale per l’Aeroporto di Olbia, conferma il trend positivo di crescita degli ultimi anni, evidenziando un incremento del traffico passeggeri del 15% (+44.803) rispetto al 2015. In espansione il mercato francese +34% (+66.611 unità), quello svizzero +13% (+19.125) e inglese +23% (+27.219).
Da sottolineare l’importante sviluppo del mercato olandese +104% (+24.737) e del mercato spagnolo + 26% (+7.293).
In crescita anche il traffico dall’est Europa con la Polonia (+10.298), dalla Slovacchia e dalla Repubblica Ceca, i quali consolidano l’importante incremento registratosi nel 2015.

Decisamente positivo il risultato dell’Aviazione Generale che registra una crescita del 9,6% dei movimenti rispetto all’anno precedente, unitamente ad un incremento del tonnellaggio complessivo degli aeromobili dell'8,9%. Anche nel segmento dei voli privati i mesi di spalla hanno visto un importante crescita del traffico, confermando il trend di allungamento della stagione registrato in tutto il comparto turistico nel 2016.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti