Amatrice: “Situazione drammatica, quasi 2 metri di neve, danni ad aziende agricole”

“Il Campanile di Sant’Agostino ad Amatrice era il cuore di tutte le escursioni. Sotto il campanile c’era una delle porte di accesso ad Amatrice. La situazione è drammatica con quasi 2 metri di neve e spero tanto che non venga a mancare la corrente perché sarebbe la fine. Dalle notizie in nostro possesso sappiamo che anche alcune aziende agricole hanno subito danni. Speriamo che sia finita”. E’ quanto dichiara Roberto Di Filippo, Guida Ambientale Escursionistica di Amatrice, come riporta una nota di Aigae.

Il pensiero corre anche a quel simbolo che era il Campanile di Sant’Agostino. “Parliamo di un complesso quattrocentesco. La facciata della chiesa era realizzata con la pietra arenaria tipica della zona  – ha concluso Di Filippo – e venne poi modificata nella parte superiore secondo canoni rinascimentali. Il portale d’ingresso era di stile romanico ogivale in marmo. La Torre campanaria era alta ben 34 metri. Un duro colpo perché eravamo dinanzi ad un vero gioiello dell’architettura. Ed era un vero punto di riferimento”. 

Tags: ,

Potrebbe interessarti