Egitto: i charter per il Mar Rosso da marzo

Prosegue inarrestabile l’attività di promozione che l’ente del Turismo egiziano sta portando avanti per il rilancio della destinazione sul mercato italiano. All’Accademia d’Egitto di Roma ha fatto tappa ieri sera il roadshow che toccherà nel corso delle prossime settimane anche le città di Milano, Torino, Verona, Bologna e Napoli, per incontrare le agenzie di viaggio, mentre la campagna pubblicitaria #ThisIsEgypt già lanciata a fine anno sbarcherà in tv e sui mezzi digital a partire dal mese di febbraio, per far breccia sull’attenzione degli utenti.

“Dobbiamo agire su più fronti per raggiungere gli obiettivi che abbiamo individuato – ha detto il direttore dell’ente del turismo egiziano in Italia Emad Fathy Abdalla – tra questi vi è la necessità di neutralizzare il sentimento negativo sull’Egitto, di presentarlo come meta ideale per le famiglie, ma anche quella di rassicurare i viaggiatori sulla sua sicurezza e di comunicare la molteplicità di esperienze turistiche che è in grado di offrire, dai city break a Il Cairo ai soggiorni balneari in Mar Rosso e sulla costa mediterranea. Nel 2017 attraverso un articolato piano di comunicazione integrata andremo a stringere partnership anche con squadre di calcio, chiuderemo probabilmente a breve una collaborazione con l’A.S. Roma – ha anticipato il direttore – e parteciperemo come Paese Ospite a TourismA, il salone internazionale dell’Archeologia che si terrà a Firenze dal 17 al 19 febbraio”.

Se si sbirciano le cifre degli arrivi italiani in Egitto nel 2016 certo non ci si entusiasma, considerando che sono stati 131mila e 458 contro il milione e 145mila del 2010, ma: “La stagione delle vacanze natalizie ha già evidenziato un trend in ripresa per il mercato Italia, sul Mar Rosso in particolare si sono recati con i tour operator oltre 4mila turisti – ha commentato ancora Emad Abdalla -, sul fronte dell’Egitto Classico segnali particolarmente positivi stanno arrivando invece dai mercati del lungo raggio come Usa, Cina e Giappone”.

Gli italiani che oggi si recano in Egitto provengono per la maggior parte dal Nord Est dell’Italia (53%), hanno un salario medio (41,6%) ed un’occupazione (72%): "I charter che verranno introdotti a partire dal prossimo mese di marzo su Roma Fiumicino e Napoli per raggiungere il Mar Rosso riusciranno a risvegliare anche la domanda e l’interesse dei viaggiatori del centro-sud, ne siamo certi”, ha concluso il direttore. a.te.

Tags: ,

Potrebbe interessarti