Lazzerini, Enit: “Il mercato cinese sta cambiando”

Sarà l’Enit ad occuparsi dei contenuti del “padiglione Italia” su Alitrip. Gestirà un vivace piano editoriale ed andrà a selezionare anche i tour operator che di volta in volta saranno in linea con le tematiche di viaggio proposte.

“L’accordo con il gruppo Alibaba conferma l’approccio moderno dell’ Enit – ha dichiarato Fabio Lazzerini, consigliere d’amministrazione nell’Agenzia Nazionale del Turismo- il mercato cinese ha un’importanza strategica considerate le sue potenzialità sia in termini di volumi che di valori e la nostra strategia punta in prima battuta all’aumento della spesa media dei turisti cinesi, oltre all’incremento dei volumi di incoming. Certo non si tratta di un mercato completamente sconosciuto, ma sta cambiando, è più sofisticato e ha consumi più selettivi, si orienta su lifestyle e viaggi internazionali e ben il 30% di chi va all’estero ha come criterio di ricerca lo shopping”.

Nel 2015 127 mln di turisti cinesi hanno viaggiato all’estero e 10 mln si sono recati in Europa. Entro il 2020 saranno 200 mln, con la previsione che la Cina sarà il Paese con il maggior numero di turisti oltreconfine: “Le nostre previsioni parlano chiaro, nel 2020 Alitrip muoverà 8 mln di viaggiatori – ha detto Kai Cui, vice president per il mercato europeo di Alitrip, che ha aggiunto -. Oltre l’80% degli utenti che utilizzano il nostro portale sono nati dopo il 1985, un dato che non va assolutamente tralasciato perché è quello che determina ed orienta i contenuti di tutto il nostro portale, pensato per rendere migliore la vita delle nuove generazioni”.

“L’Enit sta gestendo un cambiamento che darà molti frutti all’Italia nei prossimi anni – il commento del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini –;la Cina non è un Paese come gli altri ed abbiamo il dovere di moltiplicare i luoghi italiani di attrazione per questo mercato, promuovendo anche quelli meno conosciuti”.

La piattaforma

Attualmente Alitrip è utilizzata da oltre 50 mln di utenti e conta più di 10mila merchant che offrono biglietti aerei, pacchetti vacanze, prenotazioni di hotel e servizi di guida turistica. Suoi partner sono Cathay Pacific, Starwood Hotels, Shangri-La Hotels e Resort, IntercContinental Hotels Group e Agoda.com.  Ha un fondo di tutela dei consumatori di 16 mln di dollari al fine di fornire rimborsi immediate ai client. Nel mese di giugno 2015 ha introdotto Ant Financial, un’agenzia di credito per accelerare il processo del visto online. Ad oggi la piattaforma conta 200 membri Iata, 280mila Inn e hotel e 2 mln di prodotti di viaggio. La missione del Gruppo Alibaba, di cui Alitrip fa parte,è consentire a tutti di fare business in modo semplice, ovunque, offrendo a piccole e medie imprese la possibilità di vendere prodotti, servizi e contenuti digitali in Cina ad un bacino di 443 mln di utenti attivi. In Cina Alibaba muove oltre 40 mln di pacchi al giorno e il 75% degli acquisti avviene da smartphone.
Tra qualche mese Alypay (equivalente alla nostra Paypal) sarà utilizzabile dai turisti cinesi anche in Italia. a.te.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti