Notizie dagli operatori

Hotel Veronesi La Torre, ampliamento in vista
Novanta camere, un centro spa e wellness molto ampio, un ristorante aperto anche a chi non è ospite dell’hotel. Sono questi alcuni numeri dell’hotel Veronesi La Torre, di Dossobuono di Villafranca, che vedrà nel 2017 l’avvio di lavori di ampliamento. Questi interesseranno la parte delle camere e congressuale, e soprattutto gli spazi “ricreativi”. Il loro termine è previsto nel 2018. A raccontare la struttura è Chiara Antole, online & revenue manager. “Siamo vicini alle autostrade e all’aeroporto di Verona, molto utilizzato per voli business e charter, siamo poi a soli 8 km dal centro di Verona, ben nota città turistica, e a 10 minuti dal suo polo fieristico”. Una posizione, questa, che ben si riflette nella composizione della clientela, tanto business che leisure, sostanzialmente in egual misura con numeri differenti a seconda della stagionalità. Ciò che differenzia la struttura da altre presenti nella medesima area è il fatto di non essere un antico monastero, ristrutturato nel 2007, anno di apertura. Il mercato italiano è quello prevalente, con il Nord e il Centro a far la parte del leone, ma non mancano ospiti da Francia, Regno Unito, Europa Centrale e Csi. In crescita per l’hotel la clientela asiatica. Il livello di occupazione del 2016 è stato “ottimo, tenuto conto anche che non siamo un hotel di catena”, intorno al 70-75%. “Vogliamo crescere un po’ ogni anno, mantenendo qualità e immagine”. E.C.

Marcheholiday sviluppa il Centro Italia
Conta oltre 80 strutture ricettive e le ville capienza 8/10 persone sono molto richieste. E’ Marcheholiday, t.o. incoming focalizzato sul Centro Italia, con strutture ricettive come ville, country house, appartamenti con piscina nelle Marche e nel Centro Italia. Inoltre, prevede anche la possibilità di prenotare una serie di esperienze come escursioni, cuoco in villa, caccia al tartufo, solo per fare alcuni esempi. A Meeting Suisse – DiscoverItaly di Sestri Levante porterà il nuovo catalogo “con nuove ville e casali nelle Marche e in Centro Italia, ma abbiamo anche nuovi tour”, spiega Giorgia Boccalini, una dei soci dell’azienda. La manager traccia un bilancio positivo del 2016 e, guardando all’anno in corso, afferma l’intenzione “di in- vestire maggiormente nel prodotto con la ricerca di nuove strutture in tutto il Centro Italia”. Sul fronte della domanda straniera Olanda, Germania, Belgio e Francia sono i bacini che hanno dato i maggiori riscontri. Vivo è l’interesse per ampliare il portfolio dei mercati esteri e l’attenzione si rivolge ai bacini su cui puntare quali “Scandinavia, Svizzera, Polonia, Gran Bretagna e Usa”. Guardando alla composizione della clientela, domina la componente estera, che è rappresentata dal 95% dal Nord Europa, solo il 5% è italiana. Quali sono i servizi più richiesti oggi? La manager non ha dubbi, si tratta di “affitto di appartamenti e case vacanza, servizi accessori alla vacanza, come escursioni e visite guidate, tour enogastronomici in primavera e autunno. Abbiamo nuovi prodotti in tutti gli ambiti, case vacanza, nuovi servizi, esperienze ed escursioni, nuovi tour che comprendono anche le principali città d'arte in Centro Italia, come Roma e Firenze”. L’attenzione è rivolta anche al canale agenziale, la presenza a Meeting Suisse lo testimonia. “Lavoriamo con oltre 30 agenzie/t.o. partner su tutto il territorio europeo e un paio fuori dall'Europa – afferma -. Vorremmo incrementare il numero di partner su Uk, Scandinavia, Germania, Svizzera, Austria”. S.V.

Volver: focus gruppi
Gruppi in primo piano per l'incoming di Volver Viaggi, operatore di Genova e specializzato sulla Liguria (ma con proposte anche nel resto d'Italia e in Costa Azzurra). "Lavoriamo prevalentemente con i gruppi di Spagna, Francia e Nord Europa – spiega Giada Marabotto – ma abbiamo anche vari gruppi sulle Cinque Terre dal Sud Est Asiatico, Corea, Malesia Giappone, e qualche volta clienti brasiliani. Come clientela individuale ci richiedono spesso servizi canadesi ed americani. Invece ultimamente è calato il mercato russo". Le richieste principali si concentrano su escursioni e tour alle Cinque Terre, seguiti dal Tigullio e poi da Genova. “Il mercato più prossimo trascorre varie notti in Liguria e ci richiede dei tour più ricchi, mente i mercati lontani passano normalmente una notte fra Liguria e Toscana per poi proseguire il tour". E l'occasione di Meeting Suisse servirà a Volver per ampliare ulteriormente il bacino di clientela. "Il trend è positivo, le richieste non mancano anche se sono sempre molto attente ai prezzi.  Ogni anno cerchiamo di rinnovare le nostre proposte inserendo delle attività esperienziali che arricchiscano la classica offerta turistica". M.T.

Grande Albergo di Sestri: “Meno americani e più francesi”
Il 4 stelle Hotel Grande Albergo di Sestri Levante nutre buone aspettative in merito alla partecipazione a Meeting Suisse-Discover Italy, e conta su un “buon numero di buyer interessati alla zona”, come spiega Andrea Mazza, direttore della struttura. Per la strategia di promozione e marketing in atto per il 2017, Mazza parla di “un potenziamento del canale web e di un buon lavoro su contatti nuovi di agenzie operanti in zona”. Tra le novità, una nuova gestione del ristorante: “Contiamo sul fatto di offrire un servizio aggiuntivo apprezzato dalla clientela dell'hotel e non”. Dopo un buon 2016, l’attenzione è concentrata sul trend dei flussi statunitensi: “Purtroppo – sostiene Mazza – alcuni eventi allontanano il turismo straniero come quello americano che aveva ripreso con buoni numeri, speriamo che questo previsto calo ulteriore venga sopperito da un incremento del mercato francese”.  L.D.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti

Notizie dagli operatori

Planetaria Hotels prosegue la fase di investimenti
Il 2017 di Planetaria Hotels è stato avviato all’insegna di un percorso di investimenti e ristrutturazioni. “In particolare l’Enterprise Hotel di Milano – dichiara il general manager Damiano De Crescenzo – rappresenta per noi una delle strutture più complete del nostro portafoglio d’offerta, perché include la parte congressuale e di ristorazione. Qui c’è stato un cambio di concept con l’introduzione di tecnologia all’avanguardia, un cambio negli arredi e la soppressione della reception. Abbiamo anche ristrutturato la parte residence trasformandola in apartsuite”. Su Roma, Planetaria ha operato un rinnovamento del format alberghiero, così come nel 4 stelle di Genova. “In totale si tratta di un investimento di 6 milioni di euro”, sottolinea De Crescenzo.
L’analisi delle prenotazioni
“Il 2016 è stato un anno soddisfacente , nonostante l’atteso calo di Milano dopo l’Expo, per il quale ci si aspettava comunque una scia maggiore”. De Crescenzo spiega che il trend delle prenotazioni è stato controbilanciato da piazze come Genova e Firenze. “L’elemento caratterizzante nelle scelte è stato il fattore sicurezza, che a Roma con il Giubileo ha creato timori e ha portato ad una perdita del mercato americano”. Il riscontro positivo di Genova è dovuto “al suo patrimonio culturale e alla sua bellezza unica”. Il manager, però, conduce il filo del discorso ad un’osservazione precisa: “Le destinazioni di mare italiane hanno beneficiato del problema Egitto e vivono un benessere che non è merito del Paese – assicura -. Non illudiamoci e soprattutto non abbassiamo la guardia. Il lavoro, quello vero, deve ancora iniziare. E’ importante elaborare dei benchmark sui competitor diretti e su quelli valutare, in modo realistico, le performance”. Sul tema della sharing economy il general manager afferma : “Affrontiamo bene questa nuova sfida. Ricordiamoci che l’esperienza delle low cost ha portato presenze che altrimenti non sarebbero mai arrivate. L’importante è che tutti rispettino le stesse regole”. L.D.

Campiglio e Pinzolo, i plus
L'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena ha come principale obiettivo la promozione del territorio, l'area della Val Rendena, di cui le due realtà maggiori Madonna di Campiglio e Pinzolo. "Per l'inverno i tre mercati stranieri maggiori sono Polonia, Russia e Uk – spiega Giancarlo Cescatti, direttore marketing -. Per l'estate i polacchi si sostituiscono ai tedeschi, seguiti da Belgio e Francia. In inverno i numeri degli stranieri è sempre crescente. Questo ci permette di rispondere alle diverse esigenze di mercato, i russi a esempio chiedono un prodotto luxury, gli inglesi invece sono family-oriented. Per l'estate cresce l'importanza del mercato nazionale, molto attento a green, trekking e biking". E ora l'azienda intende penetrare il mercato svizzero, partecipando al workshop Meeting Suisse di Sestri Levante. “L'obiettivo è far conoscere il nostro prodotto sia invernale che estivo e i nostri punti di forza: alta qualità, spesa minore rispetto al prodotto svizzero e italian style". Intanto, il trend dell'inverno è legato allo sci: la maggior parte dei visitatori sono sciatori o snowboardisti. "Gli stranieri cercano poi l'appeal dell'Italian style, il buon cibo e l'offerta serale attrattiva a Madonna di Campiglio. Ciò che chiedono è un'offerta sciistica moderna e d'eccezione, la bellezza paesaggistica e la buona cucina. Costante è poi l'attenzione sul prodotto oltre lo sci, che da quest'anno coordiniamo attraverso la DoloMeetcard Winter: i servizi spaziano dalle escursioni con le racchette da neve allo sci da fondo, dal pattinaggio alla cultura". Per la prossima stagione estiva si punta su trekking e bike, per quella invernale sull’integrazione dell'offerta neve con servizi per non sciatori e famiglie, cercando di mantenere un'offerta sci a 5 stelle attraverso continui investimenti strutturali. "L'importanza e le ricadute dei grandi  eventi sarà uno dei nostri punti fermi nella strategia di marketing a medio-lungo termine". M.T.

Progetti condivisi per la Liguria
La Liguria è riuscita a sfondare quota 15 milioni di presenze come non succedeva da anni. Merito anche della politica intrapresa, la sfida di allungare la stagione. E i segnali si vedono, con incrementi in primavera e autunno. Ed è in questa direzione che andranno i progetti in cantiere. Con una caratteristica comune in più: coinvolgeranno anche le regioni limitrofe. Lo spiega Carlo Fidanza, commissario dell'Agenzia In Liguria."Partiamo con tre progetti interregionali per i quali abbiamo ricevuto l'approvazione dal Mibact, insieme a Piemonte e Lombardia". Il primo riprende uno dei temi lanciati più di recente dalla regione, la vacanza attiva. "Il progetto, di cui è capofila la Lombardia, si chiama Green and Blue. Il secondo è La Milano-Sanremo del gusto, i capofila siamo noi e l'idea è creare itinerari enogastronomici lungo il percorso della storica corsa ciclistica. L'o-biettivo è valorizzare le tipicità ma costruendoci intorno un prodotto turistico. Il Piemonte sarà capofila del terzo progetto, Ville e Giardini, per valorizzare questo patrimonio storico e artistico". Le ville liguri sono protagoniste anche di un altro progetto: "Vogliamo spingerle co-me location per matrimoni. Ci saranno un educational e un workshop dedicato ai wedding planner internazionali".
Il primo appuntamento che vede In Liguria andare incontro ai buyer internazionali, insieme a una selezione di aziende, è proprio Meeting Suisse. Perché ora la strategia ligure è quella di preferire i workshop alle grandi fiere. Altri appuntamenti nel corso dell'anno saranno a Lione, "abbiamo notato un incremento dei flussi dalla Francia dopo l'attentato di Nizza", Stoccolma e Oslo per presentare i progetti con Piemonte e Lombardia, e poi un roadshow a Mosca e San Pietroburgo, a incontrare un mercato russo, "che sta dando segnali di ripresa". E in occasioni come queste non si parlerà solo di offerta turistica. "Quello che stiamo cercando di fare è spingere il rapporto con i player dei trasporti, aerei e marittimi. Spingere sulla creazione di nuove rotte presentando insieme una strategia mirata, un investimento in termini di promozione e marketing che la supporti". Tra gli appuntamenti all’estero anche Berlino a marzo, ma non la fiera Itb: ci sarà un Palazzo Italia in città che metterà in mostra le eccellenze del Belpaese. La Liguria sarà lì insieme ad altre regioni.  M.T.

Mille camere per AllegroItalia
Obiettivo mille camere raggiunto. Allegroitalia hotel & condo apre l’anno con un traguardo importante in termini di capacità: 16 le strutture aperte per il brand leader del segmento condohotel. Entro il 2019, il grup-po conta di arrivare a trenta, includendo anche alberghi di lusso. Un piano industriale ambizioso, ma alla portata, visti i risultati ottenuti negli ultimi anni. “Per raggiungerlo è necessario continuare a investire – dichiara il presidente Piergiorgio Mangialardi – non solo in termini economici, ma anche e soprattutto nelle risorse umane. Ed è proprio in quest’ottica che è recentemente entrato a far parte del team Guido Castellini, che si occuperà dello sviluppo, di gestione diretta, affiliazione, management o affitto, dei marchi Allegroitalia e il midscale Espressohotel”. Dal primo aprile, intanto, entra in portafoglio la gestione dell’Allegroitalia Ortigia, che va a infoltire la schiera dei condhotel già composta da San Pietro all’Orto 6 a Milano, Alagna Palace ai piedi del Monte Rosa, Golf Elba, Agritrulli a Ostuni. L’isola siciliana che costituisce la parte più antica di Siracusa diventa un fiore all’occhiello di un portafoglio di location di pregio. Tra esse il Golf Monasteri, ex convento benedettino trasformato in un resort con campo da golf da 18 buche, centro benessere e 102 camere. P.Ba.

Gardaland, da Israele incoming in evidenza
Attrazioni prima di tutto: le multinazionali dei parchi divertimento hanno una priorità negli investimenti, quella di rinnovare le “giostre” prima del ricettivo. Ecco perché a Gardaland dopo la realizzazione di due alberghi, l’inglese Merlin entertainment ora pensa a un campo da golf in un adiacente spazio di 43 ettari. Nulla di ufficiale, ma il parco numero uno in Italia (più di 3 milioni di visitatori nel 2015), in una destinazione turistica affermata come il Garda, non si farà attendere a lungo. La diversificazione farà bene anche al territorio, notoriamente meta dell’incoming di lingua tedesca. “Sono anche i nostri primi bacini esteri, quelli sui quali confermiamo le azioni commerciali – spiega Alessandro Zissis, head of international sales -. Insieme al mercato israeliano rappresentano i principali flussi incoming per i gruppi di grandi numeri”. Il programma di voli da Israele è serrato e la stagionalità è ampia. “Non dimentichiamo la Russia, che ha sì avuto un decremento con la svalutazione della moneta, ma ci crediamo molto e vogliamo mantenerla”.  Le previsioni degli analisti danno una ripresa definitiva nel 2018. P.Ba.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti

Notizie dagli operatori

C-way in crescita
Con Alberto De Grandi, girettore generale C-way Incoming Liguria, facciamo il punto sull’attività dei due operatori.  Come si ricorderà C-way nasce nel 2013 dal know how di Costa Edutainment e Civita Cultura, impegnate nella gestione, nella promozione e nello sviluppo di oltre 70 siti legati alla cultura, all'arte e all'ambiente per l'impiego del tempo libero in tutta Italia. “Possiamo ritenerci soddisfatti dell’andamento 2016 – dichiara De Grandi -. Superato l’effetto Expo, abbiamo registrato un incremento del 23% sul giro d’affari sia per il numero di clienti sia per quanto concerne il volume d’affari. Nelle attività collegate ai siti gestiti da entrambi i soci si è riscontrato un sensibile incremento nei segmenti gruppi e scuole. I servizi accessori, quali le visite guidate e le attività didattiche, hanno registrato un +50%.Le vendite on line sono cresciute del 20% sia nel segmento b2b che b2c”. Per il 2017 l’obiettivo primario è completare l’offerta “incrementando le sinergie con alcuni dei siti gestiti dai soci sul territorio nazionale. Svilupperemo per esempio l’offerta già presente sull’Adriatico, dove Costa Edutainment gestisce quattro strutture (Acquario di Cattolica, Oltremare, Aquafan e Italia in Miniatura), e nelle realtà culturali che Civita presidia in Campania e Sicilia”. In termini di clientela, “stia-mo rilevando una flessione nel mercato russo, anche se nell’ultimo periodo si osservano cenni di ripresa. I migliori clienti, per valori assoluti e tasso incremento, risultano essere Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra”. A breve terminerà il rinnovo del sito di C-way Incoming Liguria, che sarà più fruibile e funzionale. “Sarà presente anche una sezione dedicata al trade – conclude il manager -. Potenzieremo, infine, anche il nostro presidio sul canale Facebook”. E.C.

Venticinque anni  per King Holidays Dmc
Un milione di viaggiatori in 25 anni: così la divisione incoming del tour operator King Holidays taglia il traguardo di una lunga carriera. “Quest’anno il Brasile si colloca al primo posto tra i principali paesi di provenienza della nostra clientela – osserva il sales manager Fabio Russo -. Le destinazioni più richieste sono come sempre Roma e la Toscana, seguite dalla Costiera Amalfitana insieme a Milano e i laghi lombardi, mentre cresce l’interesse per il Sud, con particolare riferimento alla Puglia”. Gli altri mercati di riferimento sono la Russia, la Cina, l’India e il Nord Europa. “Sul fronte degli investimenti, siamo impegnati nel potenziamento del personale con l’inserimento di nuove figure professionali madrelingua, specializzate proprio sul mercato russo e cinese”.
Con 50 persone impiegate nelle sedi di Milano e nella Capitale, Kh Dmc è membro del Convention Bureau Italia e dal Duemila fa parte di un gruppo internazionale “che garantisce importanti sinergie operative e competitività delle tariffe”. P.Ba.

Vivosa Apulia Resort: cambio naming brand
Cambio naming brand e seconda edizione del programma International Wellbeing Meeting Point in Salento. Sono le novità che Vivosa Apulia Resort presenterà alla prossima edizione di Meeting Suisse – DiscoverItaly di Sestri Levante in programma il 24 e 25 febbraio. La struttura è immersa nel Parco naturale regionale Litorale di Ugento, che abbraccia parte della costa orientale del Salento, ed è bagnata dalle acque dello Jonio.
"Dal primo gennaio Iberotel Apulia è diventato Vivosa Apulia Resort – dichiara la marketing manager, Mariangela Giannuzzi -. E’ una continuazione e un nuovo inizio, il benessere, il relax e la qualità dei nostri servizi rimarranno sempre una garanzia per i nostri ospiti". Intanto bilancio positivo nel 2016, con dati in crescita per il trend Mice e leisure. Nella stagione 2017 il focus sarà "spingere e migliorare i risultati del b2b". L’incidenza tra mercato italiano e straniero è perfettamente bilanciata in un 50% l’uno. I bacini su cui puntare saranno Francia, Olanda, Belgio e Uk. I canali di prenotazione sono diretti e indiretti, "agenzie e tour operator e questi ultimi incidono in misura del 30%", afferma Giannuzzi. Intanto non mancano i progetti specifici, tra cui "l’ampliamento del centro congressi in previsione per la stagione 2017".  S.V.

Il Monterosa nel cuore del Tigullio
Con un palinsesto di eventi curioso e interessante, Chiavari concorre con le più note Santa Margherita e Portofino a ritagliarsi nel turismo ligure il ruolo di destinazione distintiva. “Siamo una cittadina amatissima dai mercati del Nordeuropa, da Stati Uniti e America Latina, dove i nostri connazionali sono emigrati e oggi tornano con le loro famiglie, rimanendo incantati da tanta bellezza ed autenticità”, esordisce Olga Bacigalupo, titolare dell’hotel Monterosa. La storica struttura alberghiera, 62 camere, è l’impresa di famiglia da oltre un secolo, alla quarta generazione di albergatori. “Negli ultimi 15 anni abbiamo rinnovato l’albergo costantemente, fino ad arrivare alle 4 stelle, con una bella piscina; siamo aperti tutto l’anno, il ristorante è il nostro fiore all’occhiello, infatti siamo nati come locanda con cucina”. Centro di riferimento del Tigullio, Chiavari ha ampliato la marina ed è in un’ottima posizione per raggiungere con la ferrovia e il battello le Cinque Terre, in treno e seguendo l’Aurelia Rapallo e Sestri Levante. Luoghi che il turismo del continente ame- ricano impara a conoscere ogni anno di più. “Fino agli anni Ottanta la clientela era esclusivamente italiana, oggi abbiamo raggiunto un corretto bilanciamento al 50% con quella straniera, garantendoci una più equa distribuzione della stagionalità”. P.Ba.

Riqualificazione per Blu Hotels
“Il 2016 di Blu Hotels si è chiuso con un rilevante incremento della produttività, l’8,3% in più rispetto al 2015, confortato da un pari incremento delle presenze, che registrano un aumento complessivo analogo”. A parlare è Nicola Risatti, presidente Blu Hotels, aggiungendo che “il fatturato complessivo del comparto alberghiero è risultato di 58,2 milioni di euro, con un incremento di 6,9 milioni sul 2015”.
Oltre ad una struttura storica in Val Senales, che ha prodotto risultati positivi, anche il lago di Garda – su cui sorgono cinque strutture Blu Hotels – rappresenta un’area di fondamentale importanza per la catena alberghiera e di grande affluenza turistica italiana e straniera. Tra queste si annovera il Park Hotel Casimiro Village: “Già da tre anni – spiega Risatti – questa struttura sul lago di Garda è al centro di ingenti lavori di ristrutturazione che rappresentano il nostro impegno di riqualificazione ed implementazione di un albergo storico che sorge in punto strategico ideale per il turismo proveniente principalmente dal Nord Europa, ma anche per un turismo più casalingo”. Grazie alla realizzazione di 10 camere nuove, il rifacimento della zona hall e degli arredi, il restyling della area ristorante con una nuova zona buffet, il Park Hotel Casimiro Village è destinato a diventare tra le più grandi e complete strutture della riviera gardesana.
Parlando della collaborazione con le agenzie di viaggi, il presidente sottolinea che “rappresentano un punto fondamentale per Blu Hotels: il segmento è in costante crescita, sia da parte dei network che da parte di numerose agenzie indipendenti”. Nel 2017 proseguirà il piano di incentivazione “Be a best partner”, la campagna di fidelizzazione al brand Blu Hotels dedicata al settore, premiando le agenzie non solo in termini di fatturato ma anche sull’incremento delle performance annuali.   A giugno è prevista la consueta convention, che premierà, come negli anni precedenti, le tre agenzie dalle migliori performance nell’anno 2016 in termini di miglior fatturato raggiunto. L.D.

Consorzio Sestri Levante IN: obiettivo destagionalizzare
“Destagionalizzare. Creare servizi migliori al turista. Organizzare gli operatori in modo sinergico. Unificare gli sforzi delle varie associazioni affinche siano tutti insieme diretti verso la stessa direzione e gli stessi obbiettivi strategici”. Sono queste secondo Nicolò Mori, presidente del Consorzio Sestri Levante IN, le sfide che il comune ligure deve ancora vincere per migliorare ulteriormente i numeri di un comparto turismo che sta, comunque, già vivendo una fase positiva. Nel 2016 “il trend è stato positivo soprattutto per la affluenza del turismo straniero proveniente dal nord Europa, con un incremento significativo di turismo francese, ed oltre Europa con particolare attenzione all’ Australia”. I dati dimostrano un incremento del 2,96% rispetto al 2015 “che di per sé è stato un anno eccezionale”. Intensa l’attività di promozione: il 2017 vede la partecipazione al progetto MeetingSuisse “che il consorzio ha appoggiato anche coinvolgendo Associazione Albergatori, oltre che agevolare tutto il processo di ospitalità per i buyer”. E.C.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti

Notizie dagli operatori

Albatravel Genova
Incrementare l’offerta di vacanza esperienziale, itinerari culturali legati anche ad eventi particolari, puntando ad un target medio e medio-alto. Sono questi i progetti che ha in serbo Albatravel Genova Srl. Meeting Suisse Discover Italy sarà l’occasione per “presentare i nuovi itinerari di diversa durata, in Liguria, ma anche in tutta Italia, con tematiche differenti quali: enogastronomia, arte e cultura, vacanza esperienziale, short break”, afferma la managing director Maura Bruno. Intanto si conferma l’interesse per il nostro Paese, complici anche gli eventi terroristici avvenuti in Europa, a seguito dei quali “molti italiani hanno visitato l’Italia, mentre continua a crescere la domanda da parte di turisti tedeschi ed europei in generale, americani e sud americani, asiatici, così come cresce il target delle richieste che arrivano”. Sul fronte dei trend la manager avverte un crescente interesse da parte dei turisti stranieri per “destinazioni meno conosciute e visitate dai circuiti normalmente proposti sull’Italia e quindi ancora tutte da scoprire, con un coinvolgimento maggiore in attività pratiche quali show cooking, degustazioni quali vino, olio, formaggi, approfondimento di usi e costumi del territorio”. Quali sono le mete più gettonate in questo momento? “Continuano a riscuotere successo tutte le località storico-artistiche, seguite dalle destinazioni mare e laghi. Veneto, Toscana, Lombardia, Emilia Romagna sono le regioni più visitate”.                           S.V.

Luxury wedding per Grand Hotel del Mare
Nuovi progetti per il Grand Hotel del Mare di Bordighera, si chiamano “spatisserie, ovvero una pasticceria salutare fatta in casa e luxury wedding, un progetto d wedding planner nuovo e molto articolato”, dichiara il general manager, Alessandro Dorrucci. Dal canto suo il resort ha archiviato un 2016 “da record, siamo cresciuti in tutti i segmenti di mercato ed abbiamo avuto un incremento della clientela individuale pari al 18%. Per il 2017 realizzeremo un nuovo programma dedicato al nuovo mercato ‘dei giovani rampanti’, ovvero i nuovi giovani ricchi che, rispetto ai predecessori, vogliono un hotel sempre più moderno e contemporaneo”. Alla domanda su quali siano i servizi più richiesti oggi, il manager mette in luce che “le persone richiedono benessere in tutte le sue forme, dalla Spa al biologico, al fatto in casa, la ricerca della cura del sè, del relax, dell’evasione”. A suo dire il cliente oggi si conquista con tre parole: “Genuinità, semplicità, dolcezza”. L’interesse da parte dei mercati stranieri ha visto un riscontro maggiore di russi e cinesi e “una nascente clientela americana”. I bacini cinese ed arabo sono quelli su cui il manager intende investire, a fronte di una composizione della clientela straniera che vede “un 40% di francesi, 20% americani, 10% tedeschi, 20% italiani, 10% altri mercati (cinese, arabo)”. Sul fronte dei canali di prenotazione, il passaparola “ha portato un forte incremento del canale diretto arrivato al 60%, il 40 è monopolio delle Ota”.                  S.V.

La strategia di Avis Budget guarda a prodotto e servizi
“Un anno che si era aperto positivamente e che ha rispettato le aspettative”.Angelo Brienza, head of marketing & direct sales di Avis Budget Italia, definisce così il 2016 della società di noleggio. “Il miglioramento della nostra offerta – prosegue – finalizzato a rispondere alle esigenze di un mercato in crescita e molto diversificato in termini di necessità, ha portato certamente vantaggi. Abbiamo scelto di continuare ad agire su un doppio binario: da una parte puntando sul prodotto con l’inserimento in flotta di veicoli che rispondono alle esigenze di ogni tipo di clientela: dal leisure al business, dalla famiglia ai giovani. Dall’altro concentrandoci sui servizi per offrire un’esperienza di viaggio insieme ad un’esperienza di guida, con la garanzia della massima assistenza e centralità del cliente”.
Nel 2017 la società continuerà a lavorare in questa duplice direzione, “mettendo a disposizione dei clienti servizi personalizzati e prodotti all’avanguardia che in qualche modo vadano anche a coccolare qualche sogno di guida e di viaggio”. Le prospettive, anche in termini di possibilità di partnership e sviluppo di nuove fette di mercato, sono positive, “sempre mantenendo salda la necessità di incontrare le esigenze, anche in fatto di innovazione e nuove tecnologie, dei nostri clienti”.
In merito ai canali di vendita  il web sta rafforzando anno dopo anno la sua presenza e raccoglie sempre più consenso. “Puntiamo molto anche allo sviluppo di piattaforme XML che incrementano di molto la fruibilità e la prenotazione di tutti i servizi”. E le agenzie di viaggio? “Sono i nostri partner preferenziali sul territorio, un canale importantissimo per noi. A testimonianza di questo, già due anni fa, sul brand Avis abbiamo creato per la agenzie un portale completamente dedicato: adv.avisautonoleggio.biz. Uno strumento facile e intuitivo che li supporta step by step nell’attività di vendita dei nostri servizi ai clienti. Considerato il successo del portale nel 2016 abbiamo duplicato questa esperienza, portandolo anche sul marchio Budget che parla ad un pubblico di giovani famiglie e che apprezza la comodità di uno strumento ancora più semplice e rapido”.                                        E.C.

Starhotels Cristallo
Lo Starhotels Cristallo Palace di Bergamo punta alle grosse potenzialità del mercato svizzero, "vista la prossimità alla Lombardia per i tour in transito diretti a Venezia ed al Lago d’Iseo e Lago di Garda", spiega la general manager Cristina Cubeddu. Attualmente l'hotel, che ha una clientela mixata al 50% tra italiana e internazionale (in cui spiccano Germania e Regno Unito) è il punto di riferimento per coloro che   partecipano a eventi sportivi internazionali come il Grand Fondo Felice Gimondi e la tappa del Giro d’Italia, oltre all’Historic Grand Prix Maggio. "La stagionalità gioca un ruolo determinante: in inverno le località sciistiche e in primavera-estate la natura con la Orobie Ultra Rail".
Sport ma anche cultura: tra le esperienze più richieste la general manager cita anche "la visita alla Pinacoteca Accademia Carrara  di Bergamo, con le sue opere d’arte  dal  Rinascimento all’800, il sito Unesco Crespi d’Adda, le cantine del Valcalepio rosso e della Franciacorta, la stagione d’o-pera al Teatro Donizetti". Tanto che la mostra di Raffaello all'Accademia Carrara sarà l'occasione per realizzare un pacchetto ad hoc per il turismo d'arte.                  M.T.

Consorzio Sestri Levante H&R: fiere e workshop appuntamenti chiave
“Siamo soddisfatti come tutti gli ultimi anni, in continua crescita. Tutte le azioni promozionali, e naturalmente la congiuntura internazionale, hanno contribuito ad u-na grande crescita di tutte le nostre aziende”. Commenta così il 2016 Francesco Andreoli, presidente del Consorzio Sestri Levante H&R. Il nuovo anno vedrà un’attività di promozione alle maggiori fiere nazionali ed internazionali, “a cominciare con grande orgoglio dal Meeting Suisse Discover Italy che per la prima volta a febbraio si terrà proprio a Sestri Levante, con il nostro consorzio in un ruolo decisamente importante”. Per il 2017 il focus sarà “sul consolidamento delle relazioni con enti, consorziati, istituzioni e con chiunque desideri aderire al nostro gruppo di lavoro speciale. Gli appuntamenti chiave saranno le fiere ed i workshop”. Se si parla di sfide ancora da vincere per far crescere ulteriormente il turismo a Sestri Levante Andreoli non ha dubbi: “Una su tutte: la forma mentis! Più unità, più collaborazione, meno invidie e gelosie”.               E.C.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti

Notizie dagli operatori

Meliá Genova, ampliata l’area ristorativa e meeting
Stefania Serra, director of sales & marketing  del Meliá Genova, non ha dubbi quando le si chiede di motivare la sua presenza a Meeting Suisse – Discover Italy: “Vogliamo mettere in evidenza la nostra splendida destinazione, ancora molto penalizzata rispetto ad altre più facilmente raggiungibili, nonché la nostra prestigiosa struttura facente parte di un importante gruppo, Meliá Hotels International. Nonostante le dimensioni della società di appartenenza, riusciamo a mantenere un’attenta  cura verso il cliente che è propria di boutique hotel di alto livello”. Implementare la presenza online e nei social e partecipare in prima persona a workshop con  operatori di vari mercati e su segmenti di domanda interessanti è la strategia in atto per il 2017. In termini di migliorie infrastrutturali, nell’ultimo trimestre del 2016 è stato dato un nuovo look al Blue Lounge & Restaurant per avvicinarlo maggiormente ai gusti della clientela. “Lo abbiamo spostato nello spazio del precedente ristorante – spiega Serra – e  dal preesistente bar abbiamo ricavato una bellissima sala polifunzionale che abbiamo chiamato Dream  Room, molto elegante e confortevole al tempo stesso, da utilizzare come sala banchetti, sala meeting, sala lettura. Questa operazione ci ha permesso di confermare più eventi ristorativi e meeting”. Per il 2017 è in programma l’estensione dell’area YHI Wellness & Fitness “integrando delle cabine massaggio – aggiunge la manager – e ampliando così entità e qualità della nostra  attuale offerta”. Negli ultimi anni il Meliá Genova ha registrato una crescita progressiva e proporzionale tra i riscontri di qualità e i risultati economici. “Il 2016 – commenta  Serra – ha confermato questi ottimi risultati chiudendo con un 75% di occupazione e la migliore performance della città. Per il 2017 auspichiamo di confermare gli ottimi risultati del 2016, in quanto alcuni eventi e congressi molto importanti, solitamente organizzati nella nostra città,  sono stati spostati in altre destinazioni”. L.D.

L’Hotel Vis à Vis lavora sulla bassa stagione
Bilancio decisamente positivo per il 2016 dell’Hotel Vis à Vis di Sestri Levante: lo scorso anno la struttura ha registrato un incremento notevole tanto dal mercato nazionale che internazionale, con soggiorni più lunghi. In crescita, poi, la banchettistica e la richiesta di eventi privati. “La previsione è positiva anche per quest'anno – ci fa sapere Paola Pittaluga, uno dei proprietari della struttura -: sono molte le prenotazioni già confermate da maggio fino a fine ottobre. Stiamo lavorando con offerte e pacchetti promozionali per incentivare il lavoro nei mesi di bassa stagione, marzo e la prima metà di aprile”. Sul fronte dei mercati esteri il primo è quello americano, “con cui lavoriamo da tantissimi anni con ottimi risultati, sia nel privato che con gruppi organizzati da grandi tour operator. Puntiamo molto sul mercato norvegese, in crescita già da qualche anno”. A livello nazionale la struttura conta su una clientela abituale “che non rinuncia a lunghi periodi di vacanza nel mese di luglio e agosto”. Il target della struttura è primariamente leisure; non manca il mercato, comunque, il segmento business, “ma ricopre una parte molto più limitata”. L’hotel conta 46 camere.
“Ogni anno portiamo migliorie ad ogni sezione dell'hotel: tra le più recenti vi è la ristrutturazione di quasi tutte le camere. E’ stato poi rinnovato il ristorante, dotato di vetrate a tutta parete per sfruttare la vista panoramica, ed è stata ingrandita la spa, fornita di sauna bagno turco e  percorsi emozionali”.  E.C.
 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti