Inverno in crescita per il turismo in Liguria

Vacanza attiva, borghi, enogastronomia: ecco alcuni dei punti di forza che caratterizzano e continueranno a caratterizzare la promozione della Liguria nel prossimo futuro. Ne abbiamo parlato a Berlino con l'assessore regionale al Turismo Giovanni Berrino, dove la regione ha presentato le proprie eccellenze del gusto e dell'artigianato in I love Italia, il fuori salone nei giorni di Itb. "Puntiamo molto sull'enogastronomia, per esempio con il Liguria Gourmet", spiega l'assessore in merito al marchio che contraddistingue i ristoranti liguri di qualità che realizzano i piatti della tradizione preparati con prodotti certificati del territorio. Strategica rimane poi la vacanza attiva, "con il portale Be Active, ma anche i borghi che la regione offre, anche nel suo entroterra, il wedding e il golf".
Il 2016 è andato bene per la Liguria, che ha registrato incrementi anche da mercati extra-europei come il Messico e il Sudamerica di Argentina e Brasile. Si guarda anche a India, Cina, Australia e naturalmente anche al turismo di prossimità, come quello da Piemonte e Lombardia, anche se tra le regioni che hanno registrato incrementi a due cifre l'anno scorso ci sono anche Friuli Venezia Giulia e Sicilia.
Sembra funzionare infine la strategia che la regione porta avanti ormai da tempo, cioè quella di destagionalizzare i flussi: "A gennaio e febbraio abbiamo realizzato il 2,8% in più di turisti rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso".  m.t.

Tags: ,

Potrebbe interessarti