Agriturismo: cresce la domanda
Basso impatto ambientale,energia solare, vernici e tessuti naturali. L'agriturismo in Italia è sempre più eco-sostenibile. Secondo un’analisi di Agriturismo.it partner di Casevacanza.it, oggi il 20% delle strutture sul portale è eco-biologico. Una scelta, questa, che viene premiata: in un anno la domanda è aumentata del 17% e oltre un utente su due (64%) è disposto a spendere di più per soggiornare in una struttura eco-biologica. 
 
A questa qualità andrebbero di pari passo i costi delle strutture ecosostenibili, che, secondo il portale, sono persino più bassi di quelle tradizionali: per un agriturismo green si spendono 43 euro a persona per notte, circa il 7% in meno della media nazionale.La regione con
le tariffe più elevate è l’Emilia Romagna, dove si spendono 68 euro a notte a persona. Seguono, ma a distanza, il Lazio con una spesa media di 57 euro e la Campania con 54 euro. La regione in cui un weekend di primavera in una struttura green costa meno è la Sardegna, complici probabilmente le tariffe più elevate dei mezzi di trasporto per raggiungere l’isola: qui il prezzo a
notte è pari mediamente a 32 euro. Anche Umbria, Marche e Calabria si mantengono su costi
bassi, tra i 33 e i 34 euro. Le spese vengono ammortizzate grazie a consumi e costi di gestione più bassi e incentivi fiscali. I proprietari, in sostanza, sembrano aver optato per scelte di lungo periodo: sebbene i costi per ristrutturare in chiave eco-biologica siano piuttosto esosi, i prezzi non ricadono sul turista. 
 
 
 
Tags:

Potrebbe interessarti