Principato di Monaco destinazione sempre più Mice

Il Principato di Monaco si conferma destinazione Mice d'eccellenza. In generale, stando ai dati del Monaco Convention Bureau il turismo d’affari nel 2016 ha registrato un balzo del 2,7% rispetto al 2015, con quasi 3.500 pernottamenti in più. La quota di mercato, inoltre, è aumentata del 1,5%, passando dal 23,5% al 25%. In evidenza i buoni risultati ottenuti nella stagione invernale, in particolar modo in febbraio, con una quota di mercato record del 37,5%. Nel 2016 gli eventi legati ai settori delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, i laboratori farmaceutici e il settore medico, bancario, finanziario e assicurativo hanno rappresentato il 54% delle attività Mice con un aumento del 4% della quota di mercato e del 12,6% del numero di pernottamenti.

Nel 2016 sono state organizzate 27 manifestazioni ricorrenti e quasi la metà hanno visto un’affluenza di circa 1.000 partecipanti. I clienti fidelizzati rappresentano oggi il 41% dei pernottamenti complessivi del turismo d’affari, percentuali queste destinate ad aumentare nel 2017.Gli Stati Uniti, con un aumento del 7,5%, ad oggi rappresentano l’11% del mercato, con il Canada che ha raddoppiato la sua quota di mercato in un anno. Nel 2016 il continente americano ha rappresentato una quota di mercato del 14%, un risultato che non si raggiungeva dal 2012. Il mercato inglese è in leggero calo dopo la Brexit. L’Italia, la Svizzera e la Germania completano la lista dei principali mercati di provenienza. Sul fronte dei nuovi mercati, il Brasile e l’Australia sono tra quelli su cui gli uffici di rappresentanza della DTC hanno maggiormente scommesso. I risultati ottenuti sono più che incoraggianti.

 
 

 

Tags:

Potrebbe interessarti