Roma e Milano obiettivo comune: allungare la permanenza

La Capitale ha un ruolo turistico consolidato, la City un'identità leisure che emerge sempre con più forza. Entrambe lavorano alla loro futura identità turistica con un obiettivo comune, anzi due: allungare la permanenza media e valorizzare una ricchezza di proposte che va oltre i classici simboli cittadini. Roma e Milano sono state protagoniste di un faccia a faccia all'ultima edizione di Bit, dal quale sono emerse esigenze e sfide non molto dissimili, a cominciare, spesso, proprio dal fare ordine tra numeri, statistiche e classifiche discordanti.

"Roma rimane la terza città in Europa per turismo e prima in Italia, seguita da Milano e Venezia. I numeri si assestano sui 14 milioni di visitatori, 34 milioni le presenze. La permanenza media è sulle 2,4 notti ed è un dato purtroppo destinato a scendere, dobbiamo spingere su chi ritorna", spiega Maria Cristina Selloni, direttore turismo Comune di Roma.

Milano risponde con "un dato in crescita, +2,6% le presenze nel 2016, arrivi soprattutto da Usa, Uk, Germania, Spagna, Francia in calo – sottolinea Isabella Menichini, direttore turismo Comune di Milano -. L'80% delle presenze è ancora legato a business travel e congressuale, ma la città credo sia in grado di sviluppare al meglio il leisure. L'obiettivo è alzare la soglia delle notti arrivando a tre".

Roma investe su due fronti dal punto di vista del budget destinato al turismo: "Abbiamo Zetema, una società in-house con un contratto di servizio da 3 mln di euro che gestisce tra le altre cose i nove punti di informazione turistica. E 2,750 mln di euro destinati a promozione e formazione, altro elemento molto importante per noi, quello di migliorare l'accoglienza al turista da parte dei vari operatori coinvolti. Vorremmo puntare anche sul turismo sostenibile", spiega Selloni.

Dal canto suo, "Milano per il 2017 ha visto incrementare le spese di promozione del 40%, arrivando a 1,5 mln di euro cui si aggiunge il milione di euro per l'investimento nel portale – illustra Menichini -. Noi contiamo su un solo infopoint, in Galleria, ma uno dei progetti su cui stiamo lavorando è proprio quello di ampliarne la diffusione sul territorio, coinvolgendo ad esempio i chioschi delle edicole". E rimane sempre forte l'idea di arrivare a una piattaforma pubblico-privata sul modello di London & Partners. m.t.

Tags: ,

Potrebbe interessarti