Emirates taglia i voli verso gli Stati Uniti

L’effetto Trump sembra farsi sentire anche nei cieli. Secondo fonti di stampa internazionali, infatti, Emirates sarebbe pronta a più che dimezzare i propri voli verso gli Stati Uniti, portando come causa un calo della domanda da quando il magnate è diventato presidente. In particolare, la causa è da ricercare nell’intensificarsi delle misure di sicurezza nei confronti soprattutto dei viaggi dal Medio Oriente. Tra queste, il tentativo di bloccare i nuovi visti verso gli Usa da diversi Paesi musulmani e il recente divieto di portare a bordo in cabina laptop e altri device elettronici, divieto che è stato indirizzato a diversi Paesi tra cui gli Emirati Arabi Uniti.
Secondo i rumors, Emirates ridurrà i voli verso cinque delle dodici città statunitensi servite, a partire dal prossimo mese. Si tratta di Fort Lauderdale, Orlando, Seattle, Los Angeles e Boston.
“Le azioni recenti intraprese dal Governo Usa in merito all’emisione di nuovi visti, alle misure di sicurezza e alle restrizioni ai device elettronici in cabina hanno avuto un impatto diretto sull’interesse e sulla domanda dei consumatori verso i viaggi in Usa”, ha dichiarato un portavoce della compagnia.

Tags:

Potrebbe interessarti