Parallelo45 lancia il groupage nel turismo di lusso

Parallelo45, t.o. italiano attivo nel segmento dei viaggi di lusso con proposte mare e montagna a cinque stelle, inventa un nuovo modo di vivere una vacanza in oltre venti ville su due isole come Minorca e Paros. Location con infinity pool sul mare, giardini, terrazze e fino a 11 camere da letto. Servizi dedicati dal maggiordomo allo chef molto ricercati dalla categoria degli henry, ma quanti si possono permettere però una vacanza in una villa da 20-30mila euro a settimana servizi esclusi?

“Si tratta di una percentuale ben inferiore all’1% di chi viaggia – spiega Marco Sala, responsabile area vendite di Parallelo45 Tour Operator – c’è poi un’altra questione. C’è chi per impegni di lavoro o per scelta può viaggiare soltanto da solo o al massimo in coppia e una villa da 11 stanze per una vacanza al mare di una coppia è decisamente troppo, anche per chi è very rich. Il risultato è che così si è costretti a scegliere per un soggiorno in hotel. In alcune destinazioni ve ne sono di splendidi e attrezzati, ma non ovunque. Così, con il nostro responsabile della programmazione di Parallelo45, Andrea Lo Russo, ci siamo inventati il primo groupage per il turismo di lusso. Il groupage nel commercio internazionale indica l’abbinamento di piccole partite di prodotti diversi, che da soli non completerebbero la spedizione, ma che insieme realizzano un ordine. Ecco, noi facciamo lo stesso con i turisti. Aggreghiamo piccoli, anche piccolissimi gruppi di viaggiatori, con la stessa esigenza e accomunati dallo stesso desiderio di vivere una vacanza in una villa, a Minorca o Paros, che altrimenti non potrebbero vivere”.
Si tratta però anche di una forma di speedate, di appuntamento al buio, una formula roulette per i compagni di viaggio. “In effetti questa vacanza si può intendere in diversi modi. Per un single o una coppia potrebbe essere l’occasione per conoscere persone nuove, ma con interessi comuni per il mare, la bella vita e il benessere in generale. Però durante il soggiorno si può anche decidere di non condividere nulla con gli altri, a parte le aree comuni, come le terrazze, i soggiorni e le piscine. Il rischio maggiore sarà dover fare un tuffo in piscina con qualcun altro, al rientro dalla spiaggia, ma non parliamo comunque dei numeri di un albergo. Gli spazi a disposizione sono ampi per tutelare la privacy di tutti gli ospiti. Tutte le stanze delle ville hanno il proprio bagno indipendente. Chi vuole cucinare potrà utilizzare la cucina, oppure chiedere l’aiuto di chef e maggiordomo. Tutto nella massima libertà. Poi ci sono anche ville con quattro stanze, se questa formula spaventa. E allora si potrà formare il mosaico della vacanza da soli, con qualche amico”.

Sala si sofferma sul fattore economico. Se è bassa la percentuale di chi si può permettere  un soggiorno da 30mila euro a settimana in una villa con 11 stanze da letto, se si pensa, però, "di condividere questi spazi con altre 5, 6, 8 persone, automaticamente la forbice si allarga e i vacanzieri si troverebbero a saldare un conto inferiore a quello di una struttura ricettiva a quattro o cinque stelle e con servizi e liberà superiori”. Il groupage non è l’unica forma di turismo di Parallelo45.
“Accettiamo sia prenotazioni per l’intera villa sia nella formula groupage. In quest’ultimo caso siamo però noi a cercare dei compagni di viaggio”, conclude Sala.
 

Tags:

Potrebbe interessarti