Le prenotazioni estive riducono il rosso di Thomas Cook

Il secondo gruppo turistico europeo, Thomas Cook, può ringraziare il buon andamento delle prenotazioni per l’estate 2017, che gli ha permesso di ridurre le perdite operative del semestre chiuso a marzo, passando da 232 a 205 milioni di sterline. Il giro d’affari è a +12% (3 miliardi di sterline).

Le prenotazioni per i gruppi sono in crescita del 12% e il prezzo medio in calo dell’1%. Le destinazioni più richieste: Grecia, Cipro, Bulgaria e Croazia. Nelle ultime settimane sono in ripresa le vendite per l’Egitto e per la Turchia, mentre le prenotazioni per le isole spagnole, dopo la forte crescita dello scorso anno, si sono livellate. Le vendite in Europa continentale sono a +15%, “con forti volumi di crescita in Germania e Russia”, spiega l’azienda.