Il peso del Mediterraneo

La riorganizzazione di Royal Caribbean non è un primo segnale di progressiva marginalità dell’Italia nella strategia mediterranea e non sembra neanche preludere a un diminuito impegno futuro sul Mediterraneo. Lo confermano gli operatori a Guida Viaggi .“L’Italia continua ad avere un ruolo centrale per noi, primo mercato, con oltre il 20% del volume totale delle vendite. E’ strategica nelle nostre strategie. Parlano i fatti, abbiamo appena varato la nuova Msc Meraviglia, che sarà posizionata  con partenze da Genova, Napoli e Messina e percorrerà il Mediterraneo, anche in inverno” ha spiegato Leonardo Massa, country manager di Msc Crociere. Oltre alla Meraviglia, il 2017 vedrà il varo a dicembre della Msc Seaside. L’operatore ha già presentato la programmazione fino all’inverno 2019 e l’Italia e il Mediterraneo, giocano un ruolo importante: “I dati del 2017 sono positivi e guardiamo con ottimismo anche alla prossima stagione 2018” ha detto  il country manager e sull’Asia precisa “è un mercato rilevante come numeri e potenziale, ma questo non toglie nulla all’importanza del nostro Mediterraneo”. Dello stesso avviso Costa Crociere che nel Mare Nostrum ha schierato complessivamente 10 navi e opera da 16 porti italiani. La Sicilia in particolare è l’hub strategico con oltre 100 scali su Palermo nel 2017 e fino a novembre 2018 a bordo di Costa Fascinosa e della novità Costa Diadema. “Per noi il Mediterraneo è e resterà sempre strategico e importante in termini di volumi. Un punto fisso delle vacanze in crociera per 12 mesi all'anno, nell'ambito della più ampia offerta”, ha detto Carlo Schiavon, direttore commerciale e marketing Costa Crociere. La sfida si gioca per la compagnia su “creare nuove destinazioni all'interno del mare nostrum. Scali nuovi, destinazioni nuove, tipologie di vacanze differenziate: con queste premesse il Mediterraneo sarà sempre una meta valida e attraente per il pubblico sia europeo che internazionale”. Per l’estate l’operatore ha lanciato due nuovi itinerari: Costa neoClassica con partenza da Bari verso le isole greche e Costa neoRiviera, con partenza da Savona verso le Baleari con i nuovi scali a Porto Torres e Tarragona e l'escursione al nuovo Ferrari Land. Norwegian Cruise Line “crede fortemente nella sua crescita sul mercato europeo e italiano. Lo testimonia il posizionamento di 5 navi nelle acque europee durante l’estate 2017, una grande novità per Norwegian che proseguirà anche nell’estate 2018” ha spiegato Francesco Paradisi, senior manager business development per l’Italia e poi: “Prevediamo di continuare il trend positivo di penetrazione nel mercato, soprattutto in quello italiano, proponendoci come un’alternativa innovativa ai competitors italiani, migliorando di anno in anno la nostra offerta, grazie al nostro concept Feel Free“. Il percorso sul Mediterraneo e l’Italia va parallelo a quello di espansione globale, se si pensa alla Norwegian Joy, la prima nave personalizzata per il mercato cinese, varata ad aprile scorso. Federico Costa, Direttore Generale Top Cruises e ideatore di Crocierepro.it by Albatravel, tra i principali partner di Royal Caribbean, pensa alle nuove opportunità che si aprono con la riorganizzazione di Rcl: “E’ una spinta per stringere maggiormente la partnership, anche alla luce della presenza fisica capillare di Crocierepro.it by Albatravel su tutto il territorio italiano, grazie alle sette sedi italiane di Albatravel”.                     

 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti