Roberto Natali lascia Welcome

Un'altra grande fuoriuscita da Welcome Travel. Con la fine di giugno si conclude il rapporto di collaborazione tra Roberto Natali e il network. "Abbiamo raggiunto un accordo con soddisfazione da ambo le parti – dichiara il manager a Guida Viaggi -, dopo 15 anni di lavoro in Welcome". Un lungo periodo, che è stato preceduto da altrettanti anni nel Gruppo Alpitour, "la mia avventura nel mondo del turismo è iniziata ad ottobre del 1988". In Welcome Natali ricopre la carica di direttore marketing e comunicazione e responsabile rete diretta Welcome Travel (le adv di proprietà, che sono 9, ndr).

La motivazione alla base della scelta sono in realtà due, "una necessità di riorganizzazione da parte di Welcome Travel – spiega il manager – e da parte mia la volontà di provare nuove esperienze e collaborazioni". Alla domanda se il suo ruolo all'interno dle network sarà mantenuto o meno, il manager ci spiega che il "team per il marketing, la comunicazione e il web è molto compatto ed è gestito dall'a.d. che in questo momento potrà occuparsene". Lo stesso dovrebbe avvenire con la direzione della rete diretta, a quanto si apprende in questo momento sembra non vi siano progetti con altre figure.

"Si chiude con reciproca stima un rapporto pluriennale e si aprono nuove opportunità e successi per entrambi". Questo l'augurio e il pensiero del manager, che sicuramente avrà modo di comunicare i suoi nuovi progetti. Alla domanda se questi potranno interessare il mondo del tour operating o della distribuzione è troppo presto per avere una risposta, come è giusto che sia. Il manager ha lavorato molto in entrambi gli ambiti, ma ha avuto modo anche di aprire lo sguardo anche "ad altri aspetti dell'industria turistica". Da qui il suo "sto valutando", confermando "l'interesse e la volontà a costruire nel settore turistico. Ho avuto modo di cavalcare anni di forte crescita e trasformazione, questo periodo è propedeutico e mi aspetto che ci sia molto da fare e da valutare".

Natali ha una visione molto chiara e attenta del mondo della distribuzione, che in questi 15 anni è stata protagonista di diverse fasi evolutive, ma di questo parleremo in un'altra occasione. s.v.

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti