Rio de Janeiro presenta la nuova guida I think Rio
Dopo essere diventata la prima città ricostruita interamente online grazie al progetto italiano che ha dato vita all’alter ego virtuale ILoveRio.com, da qualche giorno la città brasiliana, meta degli italiani avrà anche una guida culturale per istruire i turisti a capire a fondo la città carioca e la filosofia di vita dei suoi abitanti.
 
La guida si chiama I Think Rio, è acquistabile su Amazon (thinkrio.com) e a disposizione nelle
librerie e nei maggiori alberghi di Rio de Janeiro. Ha 470 pagine sul modo di vivere dei cittadini di Rio de Janeiro: l’anima della città raccontata attraverso la vita di tutti i giorni, canzoni e note di folklore legate a leggende, festival e piatti popolari.
 
All'interno ci sono anche oltre 300 espressioni comuni e 1000 proverbi, con traduzione e spiegazione. Il progetto è nato grazie al lavoro di un gruppo di scrittori e ricercatori brasiliani, americani ed europei ed è in lingua inglese.
 
Ci sono anche numerosi suggerimenti dei turisti su comportamenti da tenere quando si va in spiaggia, al ristorante, nei locali notturni, quando si visitano le favelas o si è in città per fare business.
Qualche esempio? Nelle spiagge di Rio non si portano asciugamani e a sdraiarsi al sole sono solo le donne. Gli uomini sono sempre in piedi, al massimo seduti, ma mai sdraiati. Non esistono sdraio, ma sedie messe in circolo perché la spiaggia è considerata un posto dove socializzare, non dove isolarsi con musica e cellulari.
Tags: ,

Potrebbe interessarti