Busitalia Fast: nasce l’autobus per viaggiare del gruppo FSI

Si chiama Busitalia Fast, ed è il nuovo servizio a lunga percorrenza bus del Gruppo FS Italiane punta a diventare il nuovo player europeo nei servizi bus long haul. Attivo già da qualche mese con un incremento del 20% nel traffico – sulle tratte precedentemente operate dal gruppo Simet e oggi divenute di Busitalia Simet – vede ogni giorno raggiungere 15 regioni italiane e oltre 90 città fra Italia e Germania. La flotta, visibile oggi alla stazione Tiburtina di Roma in occasione del lancio ufficiale,  conta 60 autobus di ultima generazione con un’anzianità media 3 anni. Attiva anche sul sito la nuova società del gruppo FSI, fsbusitaliafast.it ad uso anche delle agenzie, in quanto si integra perfettamente la piattaforma digitale con quella di Trenitalia.com.

“Busitalia Fast – ha dichiarato Stefano Rossi a.d. della società – è una vera società intermodale: gestiamo tram, metro, navi, il nostro approccio, nel 2011, quando siamo nati, con 70 milioni di fatturato annuo, era crescere secondo precisi obiettivi condivisi con il piano industriale di FSI e ci siamo riusciti: chiuderemo il 2017 con 450 milioni di fatturato ed ipotizziamo di arrivare a oltre 1 miliardo e 800 milioni nel 2026, considerando anche la concorrenza di almeno quattro grandi aziende con cui ci troveremo a confrontarci nel futuro sul mercato a lunga distanza”.

Sul tema della concorrenza è intervenuto anche Renato Mazzoncini, a.d. di Fsi,  il quale ha specificato: “Molti credevano che noi fossimo favorevoli alle cosiddette norme ‘anti – Flixbus’ invece la nostra politica è diametralmente opposta, noi vorremmo sempre più concorrenza per avere un mercato vivo, in cui sia possibile aggredire segmenti sempre nuovi, la scomparsa di competitor ci trova delusi, sono convinto che sia importante dare valore a chi rischia negli asset del digitale, che rappresenta il futuro, frenarli, ridurne l’efficacia, è sbagliato. Indubbiamente un’accelerazione della legislazione in merito e una regolamentazione definitiva, sarebbe dal punto di vista industriale, di grande aiuto”. l.s.

Tags:

Potrebbe interessarti