San Marino: le giornate medievali occasione turistica

Stasera si alza il sipario sull'atteso appuntamento delle Giornate Medioevali 2017:nel centro storico di San Marino, trasformato per l'occasione in un vero set medioevale. L’edizione 2017, a ingresso gratuito,  dura fino al 30 luglio e si distingue per l’’uso della tecnologia che, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, diventa ancora più incisiva nella scenografia e nel racconto del passato, esaltandone  l’aspetto esperienziale.

Ogni sera, dalle 21.00 alle 23.30 la Cava Antica e la Torre Cesta sono teatro di spettacolari video mapping curati da Cinephil San Marino. A catturare lo sguardo sono anche i suggestivi giochi di luce proiettati sulle facciate di Palazzo Pubblico e della Basilica del Santo. Elementi innovativi si inseriscono inoltre negli accampamenti militari che, accanto ai bivacchi fedelmente riprodotti e ai coinvolgenti duelli, ospitano in Cava Antica interessanti esposizioni di armi d’artiglieria e armature. Nelle diverse contrade sono allestiti laboratori, officine e banchi dove i maestri artigiani mostrano i segreti della loro arte, riproponendo tanti mestieri antichi tra cui, fra i più curiosi, spiccano la lavorazione della ginestra e la Piazza della Salute, con la Medichessa e il Cerusico. Dalle 10.00 alle 23.00 la Torre Guaita è animata dai quadri di vita medioevale a cura dei gruppi storici I Fanciulli e la Corte di Olnano e Compagnia dell’Istrice 1462, mentre Piazzale Domus Plebis è il quartier generale de La Cerna dei Lunghi Archi. Fulcro delle attività serali, dalle ore 21.00, è come di consueto la Cava dei Balestrieri, dove si svolge lo spettacolo di apertura con la Federazione Balestrieri Sammarinesi, le esibizioni di gruppi storici locali e di città italiane La serata conclusiva è dedicata alla balestra e all’imperdibile Disfida del Tricorniolo.

Tags:

Potrebbe interessarti