Air Seychelles taglia dall’Europa

Air Seychelles taglia i collegamenti con l’Europa. La compagnia di bandiera dell’arcipelago aveva già annunciato nel corso dell’estate la decisione di ridurre i voli diretti da e per la Francia e la Germania, storicamente i due principali mercati di riferimento per il paese africano. Dalla settimana scorsa tali decisioni sono operative, e hanno comportato la sospensione del volo da Duesseldorf e il passaggio da quattro a tre dei voli settimanali da Parigi. Nel motivare la decisione, il ceo di Air Seychelles, Roy Kinnear, ha spiegato laconicamente che “queste rotte sono economicamente insostenibili per la nostra compagnia”, precisando che in ogni caso Air Seychelles continuerà, per quanto riguarda la Germania, a “offrire voli in codeshare via Parigi con Air France e via Abu Dhabi con Etihad”.
Il presidente del vettore, Jean Feeling, ha aggiunto che “i rincari sui prezzi del carburante anno su anno, l’estrema competitività dei vettori europei e l’alto numero di compagnie che già servono le Seychelles attraverso i loro hub di riferimento hanno reso necessaria la revisione dell’offerta”. Una decisione importante che – come detto – investe i due principali mercati per il turismo dell’arcipelago, con quello francese che ha costituito nel 2016 il 14% del totale, seguito con il 13% da quello tedesco, anche se i numeri del 2017 segnano un controsorpasso.
La decisione di Air Seychelles ha creato non poche polemiche in patria, specie da parte del Seychelles Tourism Board, che si è espresso attraverso il direttore Sherin Francis: “I voli su Duesseldorf avrebbero potuto costituire un ulteriore volano di crescita per il nostro turismo, anche sul medio e sul lungo periodo e in particolare nei periodi di maggior afflusso, quando siamo in diretta concorrenza con altre destinazioni e il numero di posti disponibili sugli aerei fa la differenza”. La cancellazione dei voli dalla Germania significherà inoltre un disinvestimento promozionale sul mercato tedesco, anche se Francis ha tenuto a precisare che “seppure preferiamo lavorare con la compagnia di bandiera, per far iniziare ‘l’esperienza Seychelles’ dal momento del decollo, continueremo a lavorare con le altre compagnie che servono la nostra destinazione, per mantenere e incrementare gli arrivi da questi mercati europei”.
Nulla cambia per l’Italia, quarto mercato di riferimento per le Seychelles con l’8% sul totale, che non conta voli diretti per le Seychelles ma solo collegamenti con scali in Medio oriente, in Etiopia e in Turchia.                             

Tags: , ,

Potrebbe interessarti