Alitalia, nessuno per il lotto unico

Scaduti i termini per la presentazione delle manifestazioni d’interesse per Alitalia, lo status quo è che nessun “pretendente” si è palesato per il cosiddetto lotto unico. I sei operatori che hanno chiesto e ottenuto l’accesso alla data room si sono mostrati interessati agli asset “aviation” e sono Lufthansa, Ryanair, EasyJet, tre fondi statunitensi già noti in queste operazioni, cioè Cerberus, Elliott e Greybull.

Ci sono, poi, tre gestori aeroportuali interessati alle attività di scalo e di manutenzione, tra i quali Airport handling e Alisud. Nulla di ufficiale per il momento, ma indiscrezioni danno sempre Delta Air Lines ed Etihad nella rosa dei candidati.

I tempi: Summer 2018

Per fare una stima delle tempistiche di tutto l’iter di vendita, alcune ipotesi parlano dell’estate 2018 per la chiusura dell’affaire. Tenendo conto che fin qui non era richiesta alcuna offerta vincolante, per questa si deve attendere almeno il 2 ottobre. Entro il 5 novembre i tre commissari dovrebbero chiudere il negoziato migliorando la proposta dell’acquirente, per attendere infine il parere dell’Antitrust.

In ambienti di Governo l’opinione diffusa è che ci sia la tendenza a concedere anche più tempo ai commissari per agevolare una vendita “in blocco”, considerando che il clima elettorale favorirebbe l’estensione del prestito, attualmente di 600 milioni di euro erogati il 2 maggio scorso, in scadenza  a novembre.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti