Antigua e Barbuda rassicurano il trade

L'uragano Irma si è accanito su Barbuda, ma ha risparmiato Antigua dalla devastazione. Barbuda ha subito danni ingenti, tanto da essere evacuata totalmente, mentre Antigua, che per 22 anni era stata graziata dalla furia degli uragani, si è comunque salvata.

Cherrie Osborne, director of tourism Uk & Europe Antigua e Barbuda, ha fatto il punto con Guida Viaggi sulla attuale situazione. “Stiamo contattando i principali tour operator che vendono i nostri prodotti anche per capire l'umore sia di chi organizza, che della clientela interessata. Nessuno di loro ha intenzione di cancellare la programmazione. Il disagio che ha colpito i turisti che erano sull'isola durante l'uragano è stato quello di allungare il soggiorno o accorciarlo, a seguito dell'operatività dell'aeroporto. Ma nessuno ha subito danni fisici. I tour operator lo sanno che ora  Antigua è aperta al 100% e che le sue 365 bellissime spiagge sono per l'isola, un punto di forza insuperabile”.

Per quanto riguarda Barbuda, la manager ha anticipato che nel giro di una settimana la popolazione potrà rientrare nell'isola. “Barbuda non ha molte strutture alberghiere: un hotel e delle guest house per ora non agibili. La maggior parte dei turisti andava e va ancora a Barbuda in escursione. Oggi c'è curiosità per vedere lo stato dell'isola, che rimane straordinario, dal punto di vista naturale”.

Emerso che gli italiani che ogni anno vanno ad Antigua sono circa 10.500. “Molti italiani arrivano con voli di linea dagli Usa, unendo al tour nel paese a stelle e strisce, un soggiorno balneare – ha concluso Cherrie Osborne -. Ma la maggior parte dei turisti arriva ad Antigua con voli charterizzati da Milano Malpensa”.a.to.
 

Tags:

Potrebbe interessarti