Turks & Caicos, pronto il 70% delle strutture

“Il 70% dei resort e dei servizi turistici è già pronto per l’apertura al pubblico, e molti altri se ne aggiungeranno nelle prossime settimane, in perfetta coincidenza con l’inizio dell’alta stagione”. E’ così che Courtney Robinson, del Turks & Caicos Tourism Board, sintetizza la situazione dell’arcipelago britannico.
“La ricostruzione – continua Robinson – procede speditamente dopo il passaggio dell’uragano Irma del mese scorso, mentre l’uragano Maria ha solo rallentato i lavori, causando danni perlopiù sulle otto isole disabitate del paese”.
Più nel dettaglio, “Providenciales, la più sviluppata delle isole, dove vive il 90% della popolazione, sta guidando la ricostruzione, che sarà completata nei prossimi giorni, con le altre località che la seguono da vicino: l’acqua corrente e l’elettricità sono state ripristinate sulle isole principali, che comprendono anche North, Middle e South Caicos. Pubblichiamo costantemente video e aggiornamenti sul portale turistico del nostro arcipelago, proprio per tenere aggiornati tutti gli interessati sullo stato dei lavori di ricostruzione”.

L’operatività
e le infrastrutture

Come già detto, le strutture turistiche sono pronte nel 70% dei casi, “ivi compresi i ristoranti e i centri sportivi acquatici, mentre per quanto riguarda gli aeroporti – aggiunge Robinson – già dal 23 settembre scorso sono rientrati nella piena operatività, ivi compreso il Providenciales International Airport: tutti i voli in partenza ed in arrivo sono stati ripristinati con la loro regolare flight schedule”.
Proseguono invece “senza sosta” i lavori al Grand Turk Cruise Center “per ripristinarlo e rendere di nuovo possibile l’accoglienza delle navi già da Novembre. Carnival Cruise Line ha confermato sette passaggi dal prossimo mese, e sarà proprio l’arrivo della nave Carnival Magic del prossimo 4 novembre il primo attracco in porto dopo gli uragani”.

Italiani in crescita
del 13%

Quanto al numero di visitatori, i dati attualmente disponibili sono quelli relativi al primo semestre del 2017: “Abbiamo ospitato 753.995 turisti – spiega Robinson – dei quali circa un terzo arrivati per via aerea e due terzi via mare. Gli italiani sono stati 946, con una crescita del +13% rispetto allo stesso periodo del 2016”, afferma il manager.                                 

Tags: ,

Potrebbe interessarti