United Airlines, gli uragani “costano” 185 milioni di dollari

Una perdita secca del -0,9% nei ricavi derivanti dal traffico passeggeri a causa dei voli cancellati per gli uragani. L’ha registrata United Airlines nel terzo trimester 2017, con un calo di 185 milioni di dollari anno su anno. Il vettore ha annullato circa 8.300 voli nel sud-est del Texas, in Florida e nei Caraibi, che sono stati colpiti dagli uragani Harvey, Irma e Maria.

Harvey ha avuto un impatto particolarmente duro sull’hub United di Houston, anche se il vettore è tornato alle operazioni "più velocemente del previsto", secondo il presidente di United Scott Kirby.

Nel terzo trimestre il traffico è aumentato del +1,7%, mentre la United ha aumentato la capacità del +3% e il load factor del +1,1%, portandolo a 84,4. La compagnia ha registrato un utile netto di 637 milioni di dollari, in calo rispetto ai 965 milioni di dollari del terzo trimestre 2016. Oltre agli uragani, United ha affrontato anche un aumento del +6% delle spese operative nel trimestre, in gran parte a causa di maggiori costi del combustibile e del personale.
 

Tags:

Potrebbe interessarti