Il Grand hotel Palazzo di Livorno tira le somme

Ad un anno di gestione da parte di Uappala hotels, il Grand hotel Palazzo di Livorno tira le somme: i nuovi flussi di clientela hanno permesso di tenere alto il ricavo medio, oltre 210 euro per camera al giorno.

“Siamo orgogliosi di ‘soffiare la nostra prima candelina’ con risultati molto positivi che sono andati al di là di ogni più rosea aspettativa – dice Leonardo Piagneri, direttore affari generali di Uh. – Il supporto del Gruppo Accor è stato strategico per portare clienti altamente fidelizzati al marchio MGallery by Sofitel che, nella nostra struttura, ritrova il lusso, la storicità e l’esclusiva accoglienza che si aspetta”.

Esattamente un anno fa lo storico albergo 5 stelle sul litorale di Livorno entrava nella gestione del gruppo alberghiero italiano con sede proprio nel capoluogo toscano e già presente nella struttura dal 2013, attraverso la gestione della Spa di lusso di 800 mq, con centro benessere all’interno dell’albergo, ma aperta anche alla clientela esterna.

La struttura chiese e ottenne da subito l’affiliazione al brand del gruppo francese riservato ai boutique hotel che si distinguono per forte personalità e per il legame con il territorio.

Il riempimento medio per l’estate 2017 è stato dell’88%, considerando ovviamente i mesi di spalla, con una percentuale del 95% a giugno e del “tutto esaurito” nei mesi di luglio e agosto. La previsione di risultato a fine anno è del +20% rispetto al 2016.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti