Da Expedia i tool per gli hotel

“Oltre undicimila modifiche nei nostri siti solo nel 2016. Questo perché costantemente investiamo nel miglioramento dell’esperienza e dei servizi per i nostri partner”. Così Giovanni Moretto, director market management Expedia lodging partner services Italia, fa il punto sull’impegno del colosso web del settore viaggi a essere sempre più piattaforma tecnologica, consulente e provider. Al centro della riflessione, il mondo degli hotel che grazie al web 2.0 ogni giorno deve affrontare un mercato sempre più competitivo. Le regole in Italia sono cambiate da qualche mese, dopo l’approvazione ad agosto del ddl Concorrenza con la messa al bando delle clausole del parity rate che impediva agli alberghi di pubblicare sul proprio sito internet condizioni più favorevoli, rispetto a quelle presenti sui portali di prenotazione. Un fattore che potrebbe incidere sulla relazione di alberghi e Ota, ma che non preoccupa Moretto.
Nel secondo semestre 2017 Expedia ha registrato nelle 4 destinazioni top del Bel Paese incrementi significativi della domanda. Per gli hotel partner Expedia ha studiato un tool di feedback in real time che segue il cliente anche durante il soggiorno: “Grazie a questo strumento molti albergatori possono verificare come sta andando il soggiorno dell’ospite e correggere quello che non va, da un anno poi abbiamo lanciato nuovi tool per gli albergatori che permettono una analisi comparata del pricing con i loro competitor, così da rivedere le tariffe, se necessario” ha illustrato Moretto. Risultato: gli hotel hanno migliorato del 10% il livello delle review.                            

Tags: ,

Potrebbe interessarti