Bastianelli, Enit: “Siamo una super potenza del turismo”

Siamo una super potenza del turismo. La prima destinazione europea per i turisti non europei e assorbiamo il 24% di traffico”. A parlare con grande entusiasmo è Gianni Bastianelli, direttore generale Enit, che aggiunge: “I primi 7 mesi del 2017 hanno visto una crescita di presenze del 12%, tasso che ci ha fatto superare sia la Spagna che la Grecia”.

E l’Industry Report del World Travel Market 2017 attesta le ottime chance del nostro Paese. “L’Italia è in cima alla lista dei Paesi che i britannici vorrebbero visitare in futuro. Quando è stato chiesto quali destinazioni visiterebbero, il 60% dei turisti ha citato l’Italia (prima scelta), prima di Usa (54%), Grecia (48%) e Cuba (24%).

Per il prossimo anno il compito dell’Enit sarà quello di incrementare la promozione legata al cibo, allo stile di vita italiano. E quando si chiede a Bastianelli quali sono i cluster di prodotto su cui dobbiamo superare un gap, ammette: “Il Mice e il lusso, due prodotto molto tecnici”.

Per quanto riguarda la struttura, il d.g. assicura che il coordinamento centrale e l’eliminazione dei direttori all’estero ha portato vantaggi (la struttura è passata da 80 a 25 persone in staff che entro la primavera diventeranno 40, ndr). Ora si pensa al rafforzamento sui mercati storici. “Riapriamo a Berlino, Monaco, Zurigo, Amsterdam e Varsavia”. Per i mercati lontani allo studio c’è l’apertura a Bangkok e continuerà la collaborazione con ambasciate, consolati e Camere di Commercio all’estero. l.d.

Tags: ,

Potrebbe interessarti