Se salta la gita scolastica c’è la controgita

La gita scolastica è il sogno di ogni studente, però i viaggi d'istruzione sono spesso costosi e i professori sempre meno disponibili (e stimolati) a prendersi la responsabilità di accompagnare i ragazzi. Pertanto sempre più gite scolastiche saltano irrimediabilmente, costringendo i ragazzi a rinunciare a questo momento. Adesso sembra che ci sia una soluzione per ovviare a questo spiacevole inconveniente o rinuncia. L'idea è di un gruppo di studenti e di universitari bresciani: si chiama Controgita ed è il viaggio d’istruzione senza prof.

Il viaggio è accessibile a tutti gli studenti italiani dai 15 anni in su, si svolge durante un “ponte” (quello di Carnevale) in modo che si limitino il giorni di assenza, costa mediamente meno di una gita scolastica e coinvolge studenti di origine e orientamento scolastico diverso.

Gli studenti partiranno accompagnati e guidati da uno staff di studenti universitari (età media 24 anni) che sarà a disposizione per assistere i partecipanti dall'inizio del viaggio fino al ritorno a casa e accompagnarli in questa avventura.

A proporre la soluzione è College, realtà che da anni organizza viaggi evento per studenti e forma animatori e assistenti addetti specializzati su un pubblico giovane di età compresa tra i 15 e i 19 anni. La controgita unisce un programma culturale con la giusta dose di socializzazione e divertimento. Ogni giorno ci saranno attività dedicate a ogni specifico ambito disciplinare: scientifico, artistico, linguistico, tecnico: per andare incontro alle esigenze di tutti e rendere il programma più appassionante.

Per l'ottava edizione la meta della controgita sarà Amsterdam con partenza il 9 fino al 13 febbraio 2018, in concomitanza del ponte di Carnevale.

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato