Bto e Firenze, così gli eventi sul turismo digitale fanno scuola

Con Bto la Toscana si è posta come regione di riferimento per i temi del turismo digitale: abbiamo creato un contenitore a disposizione degli operatori, che nell’evento hanno trovato alcuni strumenti prima che ciò avvenisse in altri contesti. Oggi con Ecosistemi Digitali proviamo a portare molti argomenti dell’innovazione nel settore della pubblica amministrazione, auspicando di avere la stessa forza trascinatrice che Bto ha avuto sull’impresa privata in questo decennio”, così Alberto Peruzzini, direttore di Toscana promozione turistica, racconta Bto Ten, cioè l’edizione 2017 che sta per aprire alla Fortezza da Basso di Firenze, la decima appunto.

L’elemento formativo aperto a tutte le Regioni e ai territori distingue l’evento del 1° dicembre, che dall’anno scorso segue la due giorni fiorentina sul travel online o turismo digitale che dir si voglia.

“Le Regioni che l’anno scorso ci hanno conosciuto ad Ecosistemi – continua il direttore – sono quest’anno alla Bto, in questo scambio sta il valore e la conferma che la strada imboccata, dell’informare e stimolare il dibattito sulle evoluzioni del turismo, sia da continuare”.

Bto ha fatto anche bene alla ricettività fiorentina. Se nel 2008 i primi giorni di dicembre erano nettamente ascritti alla bassa stagione, oggi c’è un effetto di continuità rispetto ai tassi di occupazione compresi fra ottobre e Natale. Questo dimostra che gli eventi, se fatti in periodi funzionali al sistema di offerta, contribuiscono a mantenere i tassi di riempimento”.

E fra dieci anni, cosa sarà di Bto? “Ci sarà ancora, non so con quale vestito – conclude Peruzzini -. Di certo ho visto che la sua forte carica di cambiamento ha portato le destinazioni a trasformare la propria partecipazione alle fiere: prima non c’erano gli elementi formativi e così tanti contenuti. Dico che serve un mix di questo tipo di esposizioni: tradizionali, estere, b2b. Sul tema del digitale vogliamo essere d’esempio e fare da capofila”. Recente è il lancio del nuovo sito del turismo regionale Visittuscany.com, novità di rilievo nel panorama nazionale per concept e fruibilità dei contenuti.

Domani in Bto, la Regione fa il punto sui dati di andamento del 2017 e degli scenari fino al 2020, presentando un’indagine realizzata dalla società SL&A di Roma sulla soddisfazione degli operatori turistici toscani. p.ba.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti