Turchia, trend positivo

Positivi i numeri della Turchia per mare e city break a Istanbul mentre i tour culturali sono in sofferenza. “Siamo in crescita, gli arrivi sono stati oltre ogni ottimistica previsione dopo i momenti difficili che ha vissuto il paese. Auspichiamo che nel 2018 si ritorni alla normalità – ha sottolineato Silvia Barbarotta, pr per l'ente del Turismo -. Dal mondo i turisti sono aumentati del 42,77% e del 23,6% dall'Italia, rispetto allo scorso anno. Siamo comunque soddisfatti anche per l'aumento dei turisti che si recano in Turchia in maniera autonoma. Significa che i timori per la sicurezza si sono attenutati e il turista si sente tranquillo di girare il paese in libertà”.

A livello internazionali i turisti sono stati 26 milioni. “Il costo alberghiero è diminuito, così come le tariffe aeree. Questa policy è stata attuata proprio per invogliare i turisti a venire in Turchia. Per quanto riguarda l'Unesco, la Turchia ha ottenuto tre nomine per il settore “città creative”. Si tratta di città che mettono in rilievo le loro maggiori caratteristiche: Istanbul per il designer, Hatay per la gastronomia e Kutahya per l'artigianato. Inoltre, la Turchia è entrata nel consiglio direttivo Unesco dall'anno in corso fino al 2021 con 134 voti a favore”.

La Turchia vanta 17 siti nella lista ufficiale e 71 nella lista dei candidati. “Per entrare nella lista dei candidati – ha spiegato Silvia Barbarotta – significa che il sito è stato valutato e ha già superato delle selezioni. E' un passo avanti per la decisione finale”. a.to.
 

Tags:

Potrebbe interessarti