Ue: 1 miliardo di euro nello sviluppo della rete di trasporto

E' di ieri la proposta della Commissione europea di investire 1 miliardo di euro in 39 progetti nel settore dei trasporti, per migliorare la rete ferroviaria europea, sviluppare ulteriormente l’infrastruttura per i combustibili alternativi e preparare il terreno per un trasporto per vie d'acqua a emissioni zero.

La Commissione dimostra così il proprio impegno ad attuare il pacchetto mobilità pulita dell’8 novembre. Tra i progetti selezionati figurano l’ammodernamento della linea ferroviaria Divaca-Koper in Slovenia, la costruzione di 340 stazioni di ricarica per le auto elettriche in 13 paesi dell’Ue e il potenziamento della principale via navigabile interna del Belgio, il canale di Albert.

L'investimento  è realizzato nel quadro del meccanismo per collegare l’Europa, il meccanismo finanziario dell’Ue a sostegno delle reti infrastrutturali, e per la prima volta combina sovvenzioni Ue e altre fonti di finanziamento europee, nazionali o private ("finanziamento misto").

Il Commissario per i Trasporti, Violeta Bulc, ha dichiarato: "Il nostro piano di investimenti per l’Europa sta funzionando. Oggi proponiamo di investire 1 miliardo di euro in 39 progetti di trasporto dal chiaro valore aggiunto europeo per i cittadini e le imprese. Questo investimento, che ci consentirà di accelerare ulteriormente la transizione verso una mobilità a basse emissioni in tutta Europa, attua pienamente il programma dell’Ue per la crescita e l’occupazione e prevediamo che sblocchi un totale di 4,5 miliardi di euro di cofinanziamenti pubblici e privati".

Gli investimenti dovrebbero generare 4,5 miliardi di Pil cumulato, corrispondenti a circa 13 milioni di posti di lavoro l’anno, e una riduzione di circa 7 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 tra il 2015 e il 2030.