Palumbo, Mibact: “Abbiamo guadagnato una nuova modalità di lavoro”

“Rendere stabile la collaborazione pubblico-privato”. E’ il desiderio, che travalica la fine legislatura, di Francesco Palumbo, direttore generale turismo del Mibact. “Abbiamo guadagnato una nuova modalità di lavoro – ha sottolineato a Gv il direttore – e ora dobbiamo proseguire su questo tracciato”.

Il ministro Franceschini approverà già nei prossimi giorni il piano attuativo del turismo per il 2018: “Sono contenuti ben 50 progetti – ha annunciato il manager – e il tema della sostenibilità ha un ruolo centrale”. In tema di trasporti, infatti, “stiamo lavorando – ha aggiunto – sul trasporto elettrico legato all’industria turistica e collaboreremo con l’Enel per fornire una rete di ricarica. Sono previsti finanziamenti per la mobilità elettrica. Anche con le Ferrovie stiamo lavorando per sviluppare i cosiddetti treni turistici e poi c’è sempre il tema dei treni storici che sono diventati un prodotto turistico”.

Se il 2018 sarà l’anno del cibo, il 2019 verrà dedicato alla mobilità dolce, e qui Palumbo ha ricordato gli investimenti: “60 milioni di fondi per i Cammini, 105 milioni per le ciclovie”. Ora ciò che conta è “orientare bene i progetti. Le città metropolitane hanno fondi a loro disposizione e avranno una regia importante in questo”. l.d.

Tags: ,

Potrebbe interessarti