Puglia: nel 2017 ulteriore incremento di arrivi e presenze

Se il 2016 è stato l’anno record del turismo in Puglia, segnato dal sorpasso di Sicilia e Piemonte e dall’ingresso nella top ten delle regioni italiane per numero di presenze complessive, il 2017 ha segnato un ulteriore buon incremento di arrivi e presenze, stimato dall’Osservatorio regionale del turismo grazie ai dati provvisori dei primi nove mesi dell’anno trasmessi dalle strutture ricettive attraverso Spot (Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico): +3% e +4% da gennaio a settembre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un’ulteriore crescita del turismo internazionale: +5% gli arrivi e +7,5% i pernottamenti.

Un incremento diffuso su tutto il territorio regionale; buoni risultati in particolare per la provincia di Bari, Lecce e la Bat. La Puglia oltretutto nell’estate 2017 è stata in vetta alla classifica italiana del turismo balneare con un incremento delle presenze negli stabilimenti balneari del 23%, secondo l’indagine della Cna Balneatori. E  per i weekend dell’Immacolata e di Natale Federalberghi parla di boom di turisti.

Nel 2017 sono state strategiche le azioni di qualificazione e potenziamento dell’Accoglienza che hanno coinvolto la rete degli infopoint turistici: nel periodo estivo sono stati finanziati 54 Comuni (per 688.225 euro di spesa) e nel periodo invernale 69 Comuni (finanziati per  683.309,60 euro di spesa).

Ha avuto un riscontro più che positivo, poi, la nuova versione di InPuglia365, con una edizione estate, con 44 progetti finanziati (per 548.900 euro di spesa) e più di 260 attività su tutto il territorio regionale; ed una edizione autunnale, con 78 progetti finanziati (per 980.000 euro di spesa) con più di 500 attività. Sono state realizzate aperture straordinarie e prolungate di attrattori culturali e naturalistici, visite guidate e gratuite a beni culturali, naturalistici e centri storici, laboratori esperienziali (musica, enogastronomia, sport, ecc.), servizi di informazione e accoglienza, nei periodi spalla, ovvero da ottobre a dicembre 2017, durante i weekend e in concomitanza con eventi particolarmente attrattivi (manifestazioni, sagre, festival, rievocazioni storiche).

La parola d’ordine è stata l’allungamento della stagione turistica. Nell’anno che Franceschini ha dedicato ai Borghi, l'Agenzia PugliaPromozione, l'Associazione Borghi Autentici d'Italia e i 30 Comuni dell'area dei Monti Dauni hanno promosso il progetto di sviluppo turistico locale: "Sistema delle Comunità Ospitali dei Monti Dauni". Grazie al progetto è stata creata una rete degli operatori economici del turismo sul territorio che condividono una strategia unica di destinazione turistica.

 

Tags:

Potrebbe interessarti