Biglietteria aerea: l’innovazione Iata

Nuove tecnologie di distribuzione dei prodotti e di pagamento scompiglieranno l’antico assetto relazionale tra le compagnie aeree e le agenzie di viaggio. Dimenticate di vendere biglietti solamente attraverso i Gds e cominciate a salutare il vecchio Bsp: Iata ha in cantiere diverse innovazioni. Una si chiama Ndc, l’altra prende il nome di NewGen Iss, laddove s’intende un completo rinnovamento degli Iata settlement systems. Si tratta, in pratica, del più ampio programma di rinnovamento del Bsp (Billing settlement plan: piano di pagamento delle fatturazioni), nato nel 1971. Un sistema colossale, pensate che nel 2016 ha processato 219 miliardi di dollari.
Del nuovo protocollo Iata che metterà in contatto diretto agenzie, aziende e compagnie aeree, sappiamo oggi che i Gds faranno parte della partita. Non è scontato ammetterlo, basti pensare che c’è ancora un’accusa europea di violazione del codice di condotta dei Gds che pende sulla testa di Lufthansa, il primo gruppo ad addebitare una fee sui ticket emessi attraverso Amadeus, Travelport e Sabre. Ma cosa c’entra la policy commerciale delle compagnie con la nuova tecnologia di Iata?
Nulla tecnicamente, infatti chi approva questa innovazione dice: “Il protocollo è un obiettivo, una vision; le scelte dei vettori sono un’altra cosa”.
Vero, ma per spingere la distribuzione a usare un nuovo sistema, peraltro in fase di test con investimenti significativi, si deve far pagare più caro quello vecchio. Ciò detto, i Gds si appellano alla mancata trasparenza che Ndc offrirà non mostrando più l’offerta tariffaria complessiva, una
volta interrogato il database. Oltre al rischio di insicurezza della nuova infrastruttura informatica, minacciata dall’apertura delle richieste online a migliaia per ogni volo. Intanto prendono le certificazioni per essere abilitati come provider: Travelport è stato il primo, via via gli altri due, tutti entro quest’anno avranno completato i tre livelli.
Intorno a loro nel frattempo si moltiplicano i provider tecnologici: il lucroso mercato di soli tre big si dilata a decine. Perciò i contratti multimilionari di full content con i vettori aerei saranno inevitabilmente ridiscussi. Il registro di Ndc per il momento ne ha, tra certificati e in grado di implementare, 55. Le compagnie aeree che lo stanno attivando sono una cinquantina. Iata si è posta l’obiettivo di raggiungere il 20% delle vendite indirette attraverso Ndc entro il 2020. In questi due anni la mission è passare dall’attivazione a sviluppare volumi di prenotazioni, supportando l’industria. Come? Anche attraverso hackathon.

I tre pilastri
del NewGen Iss

Rilasciato gradualmente da marzo, il programma del nuovo sistema di pagamento Iata si fonda su tre pilastri: anzitutto tre livelli di adesione da parte delle agenzie, secondo il proprio business, con la possibilità di passare da uno all’altro se nel tempo evolvono le attività. Il secondo pilastro è Easy Pay: un portafoglio elettronico per l’emissione di
biglietti aerei a costi più bassi. Garantirà la sicurezza di una transazione in Bsp e non è considerato un pagamento in contanti. Consentirà però di ridurre gli importi finanziari assicurati con Iata e di effettuare transazioni non incluse nel proprio “plafond”. Infine, NewGen Iss offrirà un’assicurazione finanziaria (Global gefault insurance) alle adv, caratterizzata da “flessibili e vantaggiose caratteristiche rispetto alle garanzie bancarie”. In un colpo solo, Iata “diventa” in qualche modo banca, assicurazione e carta di credito per la distribuzione turistica.
Rientra, infatti, nel progetto un’altra iniziativa: Tip, transparency in payments, che riguarda gli strumenti di pagamento. “Tip mostrerà ogni dettaglio delle diverse modalità utilizzate dalle agenzie per pagare i biglietti, soprattutto i costi ad esse associate. Inoltre, permetterà di utilizzare le proprie carte di credito se l’aerolinea approverà”.
Secondo Phocuswright, i costi di accettazione dei pagamenti ammontano a 7 miliardi di dollari all’anno, fino al 3% per biglietto. Entro fine 2019 sia NewGen Iss sia Tip si presume siano adottati a livello globale.      

Tags: , ,

Potrebbe interessarti