Parex Tour: “Le adv chiedono preventivi su combinazioni tailor made”

A sette mesi dal lancio nel panorama trade italiano, Parex Tour traccia un primo bilancio, che definisce "positivo e incoraggiante in vista dell’alta stagione che inizierà verso aprile-maggio".

Segnali di fiducia sono arrivati dalla collaborazione con la rete commerciale Trust Force, che contribuisce a far conoscere il marchio nelle varie regioni italiane. Dopo i numerosi individuali partiti a Capodanno per l’Iran, sono stati prenotati gruppi chiusi in Iran e in Giordania, da parte di agenzie che hanno apprezzato la competitività delle quotazioni.

Proprio per attirare l’attenzione, oltre al nuovo catalogo cartaceo distribuito nelle agenzie lo scorso novembre, Parex Tour ha programmato campagne online che, unitamente alla presenza sui social, vanno a colpire il consumatore indirizzandolo nelle agenzie.

Le agenzie sono ricettive, chiamano e chiedono preventivi, in particolare su combinazioni tailor made. Il tour operator infatti, nonostante abbia confezionato numerose proposte, è in grado di soddisfare qualsiasi richiesta ad hoc e oggi questa tendenza evidentemente rappresenta un valore sul mercato.

Alle agenzie sarà dedicata una serie di eventi a partire dal prossimo febbraio, congiuntamente a Trust Force, in modo da essere il più possibile presenti sul territorio e rafforzare il legame commerciale. Recentemente si è tenuto un incontro a Milano, con show cooking in dicembre, e ce ne sarà uno a fine gennaio a Torino in forma di open day.

La programmazione di Parex comprende ad oggi 12 Paesi. Si è appena arricchita del Kirghizistan, inedita destinazione naturalistica facilmente raggiungibile. Anche le mete più conosciute sono proposte con soluzioni esclusive; un esempio ne è il tour privato Oman Autentico, con partenze individuali garantite.

“Affrontiamo il 2018 con grande fiducia e positività – afferma Danilo Chiarappa, direttore operativo -. Siamo partiti l’anno scorso consci che il percorso sarebbe stato graduale e i risultati dei primi mesi sono incoraggianti; le agenzie hanno iniziato a darci fiducia e i viaggiatori hanno apprezzato la qualità del nostro prodotto. Abbiamo molte idee da mettere in campo, con progetti importanti anche sulla Turchia, meta in cui crediamo fortemente. Nei prossimi mesi vogliamo incontrare gli agenti sul territorio così da avviare un confronto proficuo per tutti”.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato