La Slovenia predilige il mercato italiano

Non si ferma la crescita turistica della Slovenia. Il Paese presente alla fiera Bit, a Milano dall'11 al 13 febbraio  sta vivendo un momento positivo, con un 2017 che ha battuto tutti i record di arrivi e pernottamenti: a novembre 2017 sono stati registrati arrivi dai mercati esteri pari a 3,2 milioni con un incremento del 17% rispetto al 2016. Seguono ipernottamenti che volano al +15%. Quello italiano si conferma, quindi, mercato principale per arrivi e pernottamenti esteri, pari al 15% del totale, per un incrementodegli arrivi pari al 5% e di pernottamenti al 4%.

"La Slovenia si conferma meta molto amata dal turista italiano alla ricerca di esperienze di nicchia, lontane dalla massa. Ci poniamo come obiettivo la promozione di un turismo sostenibile, in armonia con la natura, vogliamo presentarci come una boutique destination verde per un cliente esigente, che cerca esperienze diverse e attive, pace interiore e benefici personali. Focus di quest'anno è il turismo culturale, abbiamo preparato un programma molto fitto di eventi che sapranno cogliere l’interesse dei turisti del Bel Paese" ha spiegato Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia e su questo ha aggiunto: "La cultura rappresenterà per la Slovenia la quinta stagione dell'anno, oltre alle 4 che già conosciamo quinta stagione, che dura però 12 mesi perché è sempre il momento giusto per andare a scoprire i 5 siti inseriti nell'UNESCO oppure uno degli innumerevoli festival culturali o i bellissimi musei, le città storiche, i castelli, le miniere o le foreste vergini del nostro paese".

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti