Marocco, crescita a doppia cifra sul mercato italiano

L’Italia è un mercato storico e primario per il Marocco e il 2017 ha registrato un trend positivo d’arrivi di turisti italiani, con un +25% solo per il mese di dicembre”. E’ con queste parole che Jazia Santissi, direttore dell’Ente nazionale per il Turismo del Marocco spiega la strategia sul mercato nostrano. “Puntiamo – svela la manager – sulla specificità della destinazione, e la nostra partecipazione alla Bit 2018 ci permette appunto di approfondire il confronto con i professionisti del settore nazionali e marocchini. La fiera è inoltre l’occasione di valutare gli obiettivi raggiunti insieme ai t.o. con cui collaboriamo e di analizzare le future tendenze dei viaggiatori, in modo da proporre un prodotto coerente e in linea con i nuovi stili di viaggio ”.

Oltre al +25% di arrivi in dicembre, l’Italia ha garantito al paese nordafricano un +10% di arrivi sull’arco dell’anno, con un +25% di pernottamenti. Anche a livello globale il Marocco ha rilevato una tendenza positiva: 11,5 milioni di turisti hanno visitato il Paese, con una progressione del +10%, un +15% dei pernottamenti e un +8,4% del fatturato generato.

Notevole crescita anche per il trasporto aereo: 5 milioni di turisti, con +15% per l’aeroporto Ménara di Marrakech e +11% per l’aeroporto Mohammed V di Casablanca.

A livello di singole destinazioni, il 2017 premia Marrakech, che ha raggiunto il record dei dati turistici con 2 milioni di turisti e 7,7 milioni di pernottamenti (+17%), mentre il ponte di Capodanno ha visto un tasso di occupazione del 100% in quasi tutte le strutture ricettive della città ocra.
Buone performance delle altre città per quanto riguarda i pernottamenti con Fès a +39%, Tangeri a +26% e Agadir a +18%.

"Le proiezioni – ha spiegato l'Ente del Turismo in una nota – prevedono una crescita del +10% per gli arrivi turistici con un incremento del +5% del fatturato. Mentre le previsioni del 2018 per il mercato italiano sono un progresso del +10%".

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti