Booking.com Italia e Keesy accordo sul self check-in h24

Booking.com Italia ha siglato un accordo con Keesy, startup del turismo extra-alberghiero che opera nel settore dell’home sharing. Keesy è il primo servizio di check-in e check-out completamente automatizzato. Già attivo a Firenze, ha preso il via anche a Roma e Milano e in questo modo le strutture ricettive presenti sul circuito Booking.com Italia che aderiranno all’iniziativa, potranno consentire agli ospiti le operazioni di check-in e check-out h24.

Il funzionamento è semplice: in caso di arrivo di un cliente in un orario in cui l’host non potrà accoglierlo, basterà recarsi in un Keesy Point e attraverso un sistema di riconoscimento automatizzato sarà possibile ritirare le chiavi della struttura, custodite in appositi box di sicurezza, inviare i dati in questura, pagare il soggiorno e la city tax. La stessa operazione potrà essere effettuata in uscita per la riconsegna delle chiavi e delle procedure di check-out, il tutto gestibile anche a distanza attraverso smartphone, tablet o pc. Per gli ospiti non ci sarà alcun costo supplementare. Il servizio è disponibile in forma di abbonamento, con numero illimitato di check-in/ check-out, o in forma di Keesy Check, singola operazione di check-in/ check-out.

Grazie a questo accordo, Booking.com propone un’offerta in base alla quale tutti coloro che registrano una nuova struttura entro il 20 febbraio, nelle aree di Roma, Firenze e Milano, avranno  riservato uno special code che permetterà di avere in omaggio un pacchetto da 15 Keesy Check da utilizzare nei Keesy Point di Firenze Santa Maria Novella, Roma Trastevere e Milano Centrale.

“Si tratta di un’operazione pensata soprattutto per i nostri partner che hanno difficoltà a garantire nell’intero arco della giornata la presenza in loco per le consuete operazioni di registrazione ospiti, come i proprietari di appartamenti o piccole strutture ricettive. È un’iniziativa che rientra nella nostra continua ricerca di soluzioni per favorire il lavoro dei partner e migliorare così il servizio anche per i clienti”, commenta Andrea D’Amico, senior regional director di Booking.com Italia.

“Per noi di Keesy la partnership con Booking.com è un modo per rendere il nostro servizio accessibile a più strutture extra-alberghiere. Il nostro scopo è quello di facilitare la vita degli host e dei guest, renderli liberi da vincoli di orari al momento del check-in e dar loro la possibilità di incontrarsi in un momento migliore: vogliamo creare una nuova idea di accoglienza. Con Keesy non ci sono barriere linguistiche, l’host è libero dalla gestione di tutta la parte burocratica e dalla consegna delle chiavi. Un soggiorno più leggero, in piena regola”, afferma Patrizio Donnini, founder e ceo di Keesy.

Oltre al Keesy Point di Firenze, situato nei pressi della Stazione Santa Maria Novella, al Point di Roma Trastevere e al Point di Milano Centrale, presto ne aprirà un altro a Venezia, nel quartiere di Cannaregio. Grazie a tale accordo i partner potranno garantirsi, a condizioni vantaggiose, i servizi che Keesy è in grado di fornire.

Tags: ,

Potrebbe interessarti