Calenda: “Alitalia, tutto rimandato al dopo voto”

Nessuno sviluppo decisivo per Alitalia prima delle elezioni politiche di marzo. La conferma a quanto era ormai nell’aria è arrivata da Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, che ha spiegato come nei colloqui intercorsi “i commissari mi hanno confermato che non ritengono di poter concludere prima del 4 marzo, in quanto i pretendenti di Alitalia vogliono aspettare che ci siano le elezioni".

Il ministro ha poi liquidato con un "no comment" le domande sulla cordata a quattro tra Air France, Delta, Easyjet e Cerberus, aggiungendo un "però andiamo avanti a lavorare”. Nei giorni scorsi era toccato al ministro dei Trasporti Graziano Delrio spiegare la necessità di dare tempo al formarsi di offerte capaci di offrire garanzie sul piano industriale e occupazionale dell’ex compagnia di bandiera: "Abbiamo sempre detto che avremmo concluso quando ci fosse stata un'offerta all'altezza e con una prospettiva di sviluppo. Adesso non ci sono le condizioni".

Tags: , ,

Potrebbe interessarti