Ripresa a due velocità

Ripresa a due velocità per i Caraibi. A sentire gli operatori sui numeri del turismo, le valutazioni cambiano a seconda della destinazione. Questo perché le conseguenze degli uragani Irma e Maria si sono fatte sentire in modo diverso, data la composizione geografica dell’area. Il quadro è variegato: i paesi meno colpiti hanno avviato un’alta stagione invernale con numeri positivi chiudendo bene il 2017, mentre altri sono ancora in fase di recupero più o meno drammatico.  Si parla anche di mete piuttosto importanti sul nostro mercato, come Cuba, che a sentire gli operatori, risente ancora delle conseguenze degli eventi naturali di settembre scorso, in particolare nelle aree colpite. “Nonostante il rallentamento, l’interesse da parte della distribuzione e dei clienti rimane vivo benché tenda parzialmente a spostarsi da Cuba verso le altre destinazioni dell’area. Giamaica, Messico e Repubblica Dominicana registrano infatti trend positivi. Di segno decisamente positivo la partenza delle vendite estive sulla totalità delle mete” fa sapere Press Tours. Sarà dunque l’estate e non l’inverno un momento per il nostro mercato di verifica sui numeri delle destinazioni dell’area, in particolare nel combinato con gli Usa da Miami. Per il t.o. sono in crescita le Piccole Antille con i voli di linea, così come sta dando risultati positivi in termini di occupazione voli/camere, l’operazione charter su Antigua. “Antigua non ha mai smesso di essere operativa, la nostra isola gemella Barbuda  invece purtroppo è stata devastata dal passaggio dell’uragano. E’ appena ripresa la possibilità di fare una giornata di visita, ma non ancora di soggiornare sull’isola”, ha detto a Guida Viaggi Cherrie Osborne, director of tourism Uk & Europe di Antigua and Barbuda Tourism Authority. L’ente continua a puntare sul nostro mercato, secondo in Europa dopo Uk per numero di visitatori con 10.000 turisti l’anno nel 2017. Va bene anche il volo con Blue Panorama per Eden Viaggi. “Le strutture su Antigua non sono state toccate e continuano ad accogliere i visitatori anche italiani” ha aggiunto Osborne. Come il Cocos Hotel Antigua uno dei resort più popolari sul nostro mercato. Appena rinnovato, ha guide che parlano la nostra lingua e persino uno chef italiano in cucina. Infine Press Tours registra anche una crescita su Guadalupa e Martinica grazie al volo invernale di Air France da Parigi Charles de Gaulle CDG, che connette numerose città italiane senza l’obbligo quindi di cambio aeroporto a Parigi.

Repubblica Dominicana mercato maturo
Non subisce calo il turismo verso la Repubblica Dominicana, che non è stata colpita dall’uragano e ha chiuso il 2017 con incrementi a due cifre: “L’Europa ha contribuito con 1.386.466 arrivi (+13,7) e in particolare l’Italia ha registrato 78.747 arrivi (+2,7%)”, ha illustrato Neyda Garcia, la direttrice dell’ente del Turismo in Italia. Il mercato è maturo per puntare non solo sul mare ma anche sulla cultura, sul lusso e i prodotti gastronomici dell’isola. Un contributo importante ai numeri la destinazione l’ha ricevuto dal settore crocieristico che in generale non ha diminuito i suoi investimenti nell’area. Il comparto ha chiuso un 2017 senza precedenti, registrando un vero e proprio record con 1.546.444 presenze da gennaio a dicembre e una crescita del 37,45% rispetto al 2016. Tra tutti, Amber Cove di Puerto Plata, sulla costa Nord, si è confermato il principale terminal con 659.622 arrivi.

Aruba molto richiesta
Stando ai numeri dell’ente, confermati anche dagli operatori, Aruba rimane una destinazione molto richiesta, sia come soggiorno secco che come combinato con gli Stati Uniti.  Nel 2017 il paese ha accolto oltre un milione di visitatori internazionali, di questi quasi 8000 sono italiani, un numero in crescita. “Aruba non è sulla rotta degli uragani, e quest’anno tante riprotezioni ci hanno portato più turisti”, ha spiegato a Guida Viaggi Valentina Humbert di Global Tourist, che rappresenta la destinazione in Italia. Il Paese ha iniziato a proporre con alcuni operatori dei combinati non solo con gli Usa ma anche con l’America Latina, come Cile e Perù “Una proposta originale che risponde bene alle esigenze dei viaggi di nozze”. L’isola punta anche sulle famiglie e nelle ultime campagne prova ad attrarre sul tema della gastronomia, con la campagna Eat local. 

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti