Patto per il lavoro nel turismo in Liguria

In un’Italia sugli scudi per l’incoming, le priorità dei territori delicati come quello ligure vanno dall’alzare la redditività della spesa turistica al perfezionare la distribuzione dei flussi lungo una stagione che pur si può dire abbastanza lunga. Otto mesi, da marzo a ottobre, grazie alle politiche “di non solo mare, ma ambiente, cultura, enogastronomia, attività outdoor come il cicloturismo (che sta letteralmente spopolando, ndr), artigianato di qualità che hanno permesso alla Liguria di avviare un concreto processo di destagionalizzazione– commenta la Unioncamere locale -. In 8 mesi su 12 si sono registrati flussi turistici in netto miglioramento rispetto ad un anno fa e questo ci fa sperare in un 2018 più positivo”. 16 milioni le presenze ufficiali, dunque, per cinque milioni di arrivi sfiorati, dei quali il 45% stranieri.

Dall’estero
Francesi al primo posto per numero di turisti, in aumento del 9,2%, mentre i tedeschi rappresentano il primo mercato estero in termini di presenze, in crescita rispetto all’anno precedente del 3,9%. Seguono gli svizzeri e da sottolineare il mercato russo che si piazza al 7° posto, con salti del 38,9% per arrivi e del 22,9% per giorni di presenza. Il merito va a una promozione mirata sui mercati esteri e la sponsorizzazione di workshop come Discover Italy che ha visto diverse amministrazioni pubbliche unite nella contribuzione: “Il workshop di febbraio è un’esperienza che ci consente di mettere a sistema forze econo- miche e tecniche, peculiarità territoriali e approcci differenti, con l’obiettivo di operare nel campo della promozione turistica in maniera coordinata e condivisa. Inoltre, con la collaborazione degli operatori possiamo lavorare su opportunità di sviluppo capaci di funzionare non solo sulla carta, ma di avere risvolti concreti sul territorio”, commenta Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante. L’unione degli intenti è il fattore chiave per le cittadine del Levante ligure, i cui sindaci non dimenticano la leva principale dell’economia turistica: “Una delle nostre mission più importanti è mantenere stabilmente posti di lavoro e crearne di nuovi”, ricorda Claudio Magro, sindaco di Moneglia.  La Regione, a questo proposito, ha steso un patto con i sindacati per sostenere formazione e defiscalizzazione alle imprese che assumono. Attualmente in Liguria lavorano nel settore turistico 150mila persone, le previsioni di nuove assunzioni superano le quattromila unità. Il passaggio da occupazione stagionale a contratti più lunghi o a tempo indeterminato è la strada scelta dagli attori del territorio da percorrere grazie ai bonus occupazionali. Un bando da 5 milioni di euro andrà a finanziare l’aggiornamento e la riqualificazione di personale già occupato e, oltre alle tradizionali professioni turistiche, sono contemplate nuove figure professionali come  accompagnatore cicloturismo, accompagnatore per turisti con esigenze speciali e ‘addetto al revenue-yeld coordination’ in albergo.

Puntare all’alta capacità di spesa
Per il futuro, la chiave di volta è puntare ad incrementare la capacità di spesa, sostengono ormai da tempo gli analisti.
“In un orizzonte 2018 che si prospetta positivo per l’incoming italiano, con un aumento atteso del +4,7% dei flussi internazionali in Italia a fine anno (secondo le previsioni fornite dal modello di previsione Trip del Ciset), è importante lavorare per incrementare l’attrattività nei confronti dei turisti ad elevata capacità di spesa, in modo da aumentare l’impatto economico a livello territoriale. Questo non vuol dire solo puntare sui turisti extraeuropei, ma anche su quelli che, indipendentemente dalla provenienza, sono interessati a prodotti trasversali e di nicchia, a vivere esperienze ‘esclusive’, rispetto alle quali la loro disponibilità a pagare cresce. Sono turisti che, proprio per questi motivi, viaggiano spesso al di fuori dei periodi di picco e che quindi contribuiscono ad allungare la stagionalità delle destinazioni”, osserva la senior researcher del Ciset, Valeria Minghetti.                                .
 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti