La crescita del Quality Group

Soddisfazione in casa Quality Group. Numeri alla mano il 2017 ha messo a segno una crescita del 13%, con un fatturato che sfiora i 137 milioni di euro e con un +12% di passeggeri rispetto al 2016.

“Abbiamo chiuso il 2017 con un buon risultato contraddistinto da una forte predominante di viaggi individuali ad hoc su misura – commenta Marco Peci, direttore commerciale Quality Group -. La crescita ha interessato tutti i brand del Quality Group con un aumento del fatturato per singolo marchio che si è attestato tra il 5 ed il 23%. Il 2018 è iniziato con un forte advanced booking che ha caratterizzato i primi 2 mesi dell’anno in modo più marcato del passato”.

Per quanto riguarda le destinazioni, si parla di crescita a due cifre per molte delle mete Quality Group, come Usa, Bolivia, Nepal, Birmania, Namibia, Botswana, Gran Bretagna, Spagna, Russia, Messico, Indonesia, Malesia, Nuova Zelanda e Canada. Ad essere "in forte ripresa" sono destinazioni come il Kenya, ma anche la Giordania e la Colombia, per esempio.

“Non ci siamo dati un obiettivo specifico di crescita per il 2018, saremmo felici di consolidare il 2017 anche se i numeri, al momento, ci fanno intravedere un’ulteriore crescita possibile per il 2018 – fa presente il manager -. Ci aspettiamo un decremento per la Russia, a causa dei Mondiali di Calcio che influenzeranno negativamente le vendite estive, ma contiamo su una forte opportunità di crescita delle vendite per prodotti mare, già in aumento negli ultimi mesi, relativi ad Oceano Indiano, Maldive, Caraibi, Polinesia".

Il 2017 ha visto anche il debutto sul fronte incoming con la nascita del nuovo marchio di Quality Group, ItalyScape. Il brand "è partito molto bene e sta crescendo sensibilmente nel 2018, segno evidente che la rete di agenzie di viaggi incoming italiane ha ben recepito l’impegno e il prodotto di alto livello offerto”, precisa Peci.

Prosegue l’impegno rivolto al trade, con la formazione che interessa un bacino di oltre 8.000 agenti di viaggi, spaziando tra workshop, webinar, fam trip e altre iniziative.

Sta riscuotendo successo la formula de “In viaggio col Product Manager”, dove registra costantemente il sold out.

“Per quanto riguarda accordi e collaborazioni, l’impegno con il Tci prosegue con entusiasmo e innovazione – sottolinea Peci -. A questo importante accordo, che potenzia il nostro naturale approccio culturale nell’organizzazione di itinerari, abbiamo introdotto un’importante collaborazione con Wwf Travel che ci permette di mettere in evidenza la nostra seconda anima, ovvero l’attitudine al mondo della conservazione dell’ambiente”, conclude il manager.
 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti