Italia: la spesa dei turisti cresce del 50% sulla media mondiale

I turisti in Italia hanno speso 39,6 miliardi nel 2017, con un incremento del 6,5%, superiore del 50% rispetto alla crescita media mondiale del 4,3%. E' quanto emerso da un nuovo studio diffuso oggi dal World Travel & Tourism Council (Wttc).
Al momento, il valore complessivo del settore dedicato ai viaggi e al turismo per l'economia italiana, tenendo in considerazione tutti gli effetti diretti, indiretti e indotti, é di 223,2 milliardi, vale a dire il 13% dell´economia totale italiana è dipendente, in qualche modo, dal settore dedicato ai viaggi e al turismo.

Il settore dedicato ai viaggi e al turismo ha fornito 3,4 milioni di posti di lavoro nel 2017 (il 14,7% dell’occupazione totale italiana). Si stima che entro il 2028 quasi 4 milioni di posti di lavoro dipenderanno dal settore dedicato ai viaggi e al turismo, quest'ultimo è cresciuto del 2,7% nel 2017, rispetto alla crescita dell’1,6% dell’economia generale.

Dallo studio emerge che l’Italia è la sesta potenza economica del settore dedicato ai viaggi e al turismo.

"Il settore dedicato ai viaggi e al turismo crea nuovi posti di lavoro, guida la crescita economica e aiuta a costruire società migliori – afferma Gloria Guevara, presidente e ceo del Wttc -. Questo vale in particolar modo per l’Italia, che offre alcuni dei siti turistici più famosi al mondo. Esprimo il mio apprezzamento per la gestione dell’economia legata al turismo da parte del governo italiano e del settore privato – per la crescita del 50% superiore alla media globale – e per  l'enorme potenziale della creazione di posti di lavoro come parte della rigenerazione dell´economia italiana. A livello globale, il 2017 è stato uno degli anni più floridi dell’ultimo decennio per quanto riguarda il tasso di crescita del Pil. Il nostro settore adesso fornisce un posto di lavoro su dieci sul pianeta e contribuisce al 10% del Pil mondiale. Negli ultimi dieci anni – ha proseguito – un posto di lavoro su cinque creato in tutto il mondo proveniva dal nostro settore e, durante il prossimo decennio, con un maggiore sostegno da parte dei governi, potrebbero venire creati quasi 100 milioni di nuovi posti di lavoro”.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti