Tra Pasqua e Liberazione, 10 milioni di italiani in viaggio

Saranno dieci milioni gli italiani che partiranno tra Pasqua e il 25 aprile, trascorrendo almeno una notte fuori casa. Lo afferma lo studio dell’Istituto Piepoli per Confturismo-Confcommercio, precisando che “il dato è sostanzialmente in linea con lo scorso anno e sconta, oltre alle incertezze del meteo, una Pasqua particolarmente bassa. Il buon livello delle prenotazioni nelle principali mete turistiche è dunque, in questa fase, dovuto molto agli stranieri, in particolare di provenienza centro e nord europea”.

In vetta alla classifica dei luoghi prescelti per le vacanze di aprile svettano le città e località d’arte, con il 57% delle preferenze: il 55% degli intervistati infatti dichiara che visiterà musei, monumenti e mostre, mentre lo shopping e l’acquisto di regali sarà la motivazione principale per il 31%; il 20% si dedicherà al più assoluto relax al mare e a compiere una vera e propria esperienza eno-gastronomica. Aprile è anche il mese giusto per puntare sulla “remise en forme”: l’11% degli intervistati approfitteranno, infatti, per fare trattamenti salute e cure termali.

Le mete nazionali raccolgono l’80% delle preferenze: Toscana in primis e, subito a seguire, Lazio, Emilia Romagna, Campania, Veneto e Puglia. Fra gli intervistati che dichiarano di scegliere mete estere, Francia, Inghilterra e Spagna sono le più gettonate, con le loro città d’arte e, soprattutto per la prima, le produzioni gastronomiche locali. Bene anche Marocco e Kenya fra le mete fuori continente.

Tags: ,

Potrebbe interessarti