Il Friuli Venezia Giulia segmenta l’offerta

La scelta di virare su una "progettazione partecipata" per il Piano strategico 2014-2018 tra la regione Friuli Venezia Giulia, gli operatori e le associazioni di categoria sta dando i suoi frutti. Bruno Bertero, direttore marketing PromoTurismoFvg, ne è soddisfatto. "Hanno lavorato con noi 270 operatori, abbiamo condiviso il tutto con altri 50 operatori, per poi arrivare ad un totale di circa mille persone, comprese le associazioni di categoria, per ragionare sulla strategia da portare avanti". 

La linea guida assunta dalla regione punta sulla segmentazione dell'offerta, quello che il manager definisce "un prodotto forte". Non solo il mare, quindi, con le più che consolidate Lignano Sabbiadoro e Grado, ma anche la montagna, "il bike, che è cresciuto molto – dichiara il manager -, grazie anche all'Alpe Adria Trail, un percorso transfrontaliero in 43 tappe per 700km tra Austria, Italia e Slovenia. E' un brand che si posiziona su mercati che non abbiamo mai avuto". 

Germania e Austria sono il bacino storico e si confermano forti sul fronte della domanda. "Abbiamo lavorato bene anche sui mercati dell'Est, inoltre, notiamo una buona ripresa dal mercato russo. Abbiamo aperto anche quello americano, dove abbiamo forti referenze per il mondo del vino". Certamente si conferma il peso della domanda domestica, che è molto importante, in particolare da regioni quali Piemonte, Lombardia e Emilia Romagna. 

L'offerta della regione si divide tra più turismi, da quello legato all'arte e alla cultura delle città alla natura e al mare, dai sei poli sciistici alla montagna estiva, dal binomio tra sport e natura, ai 140 km di costa e all'enogastronomia, con la Strada del vino e dei sapori del Fvg. A tal proposito la legge regionale del 2017 ha unito cantine, aziende agricole vitivinicole e le eccellenze del territorio per garantire gli standard di qualità. In questo modo le cantine che accolgono i visitatori possono offrire un calice di vino e un assaggio enogastronomico.

Una panoramica completa di ciò che offre la regione e dei prodotti su cui sta puntando, è stata presentata ieri sera, in occasione della tappa milanese del roadshow organizzato da PromoTurismoFvg con il workshop di presentazione dell'offerta turistica 2018, alla presenza di un nutrito numero di operatori turistici regionali.

In tutto sono tre tappe primaverili, oltre a Milano, ci sono oggi Bologna e a seguire Padova. A settembre è di scena la Sicilia, con Catania e Palermo e a ottobre la Campania, con Napoli. La scelta di quest'anno è stata di programmare meno tappe in vista del grande appuntamento di giugno con il Buyer Fvg, con oltre 150 adv e t.o. europei già accreditati. Milano ha visto la presenza di 18 operatori, in crescita sul 2017. s.v.

 

 

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti